#colpa · #genocidio · #guerra · #memoria · #nazismo · #olocausto · #pulizia etnica · #responsabilità · #totalitarismi · #totalitarismo · armi · civili inermi · eserciti · governi · Uncategorized · vergogna

GUERRA !

QUELLO A CUI STIAMO ASSISTENDO IN QUESTI ULTIMI GIORNI, QUELLI PROSSIMI ALLE ELEZIONI POLITICHE ITALIANE, e’ uno spettacolo “TERIBBBBBBBILE” e non mi riferisco alla gazzarre elettorale presente nelle tribune politiche o creata ad arte dai pulpiti dei comizzi. Vorrei elencare qui sotto la lunga lista di aggressioni tra fascisti ed antifascisti che hanno animato questa tornata elettorale, che ancora , aggiungerei , non volge al termine, purtroppo! Ho deciso però che mi asterrò da questa stupidità prettamente sensazionalista, populista e tipica dei quotidiani e della stampa italiana in generale.  Quindi per ridurre tutte le nostre e le loro e le vostre argomentazioni di contrapposizione partitica e populista, alla puerilità che gli spetta…..ho deciso che voglio fare si un elenco, ma che riguarda i conflitti, non quelli elettorali, ma quelli veri e propri sparsi in giro per il mondo.

Non mi crederete , e per carità mi interessa anche poco se lo fate o no, ma la GUERRA è purtroppo una tipologia di evento che continua a non passare di moda.

Vogliamo dargli una definizione ?

Eccola qua:

Contrasto fra Stati, derivante da conflitti ideologici, politici, economici. (e ci aggiungerei religiosi ed etnici)

ma wikipedia

Il termine deriverebbe dalla parola werran dell’alto tedesco antico[2] che significa mischia.

“Per guerra s’intende un fenomeno collettivo che ha il suo tratto distintivo nella violenza armata posta in essere fra gruppi organizzati[1]. Nel suo significato tradizionale la guerra è un conflitto fra stati sovrani o coalizioni per la risoluzione, di regola in ultima istanza, di una controversia internazionale più o meno direttamente motivata da veri o presunti (ma in ogni caso parziali) conflitti di interessi ideologici ed economici[1].” (e aggiungerei pure un etcc..etcc. tra i motivi)

letta così sembra quasi qualcosa de non così brutto , per dirla tutta molto simile a questo:

risiko

ma non confondetevi, non sono cararmatini quelli di plastica che si confrontano sul tabellone mondiale dei giochi di interesse economico e politico che scatenano le guerre.

La realtà è ben altra:

Prima-guerra-mondialeredimguerra2

si lo so queste sono immagini vecchie, e a parte le celebrazioni di rito, chi se la ricorda più sta robba! Allora aggiorniamo le immagini:

220px-PAVNforces

Tropic_Thunder

guera

 

isis-tre-anni

belli vero …..tutti in posa come se fosse la presentazione delle squadre in una partita de calcio! (probabilmente molti di questi non sono nemmeno tornati a casa).

ma giusto perchè non pensiate che sia sempre tutto parate e foto di gruppo aggiungiamo pure qualche altra immagine :

USA-says-Rwanda-army-the-most-capable-Worlds-peacekeepers

Government army FARDC soldiers stand in a line at an army barrack as they return to Goma

FARDC-300px_0

3 teschi

ora l’ultima immagine ammetto è un pò forte ma non vi preoccupate….. potreste sempre continuare a voler vedere la guerra come una cosa che si vede nei film, e si sà che nei film con gli effetti speciali e la finzione esagerano sempre…..( spero si capisca l’ironia)….se pensate che la cosa non vi tocchi continuate a credere che ste foto che seguono siano finte, parlano di gente come  tutti noi, che alla Guerra fino al giorno prima, non ci pensava e non ci credeva:

 

pausa riflessiva direi!

Ho messo queste foto così unite perchè pur non essendo le peggio che si possono trovare in rete sono molto forti e inoltre per far capire che sono molti ma molti, ma molti di più, i civili che muoiono nelle guerre o perdono casa o sono feriti, dei manichini in divisa,che invece le guerre le fanno.( spesso tutti molto fieri ed orgogliosi nelle loro divise lucenti e in ordine, prima di partire per la guerra).

Ora solleverei una piccola osservazione cercando di far riflettere qualcuno:

si onorano spesso i caduti in battaglia:

ma per le vittime civili qualcuno ci ha mai pensato? o un monumento dedicato a tutti i profughi delle guerre?  o ai mutilati o agli orfani di tutte le guerre? o alle vedove o ai vedovi? vediamo se trovo in rete qualcosa….monumenti ai civiliMonumento-alle-vittime-civili_imagefullwide

ricerca veloce ed eccoci anche con le due foto qui sopra…… comunque mi dà l’impressione che i monumenti alle vittime civili non siano così diffusi e spesso riguardino eventi particolari tipo: vittime dei bombardamenti…..di bla bla, eccidio o strage di bla bla…… Si insomma in sintesi si celebrano più i guerrieri che le vittime… non sono incluse, logicamente in questo ragionamento,  le grandi eccezioni, Shoa, genocidi vari, stragi nucleari…..

monumento_agli_ebrei_vittime_dell_Olocausto_a_Berlino_114943219

http://www.tourasticoberlino.com/visita/2/111/Monumento-olocausto

http://www.comunitaebraicabologna.it/it/bologna-ebraica/memoriale/1335-il-memoriale-della-shoah-a-bologna

memoriale shoaharco_e_cenotafio hiroshima http://www.daisuki.it/musei_daisuki/memoriale_pace_hiroshima.htm

nagasaky

https://www.klm.com/destinations/it/it/article/the-nuclear-bomb-on-nagasaki

comunque sia, nonostante i tanti appelli di pace universale e pace tra gli uomini (che non ha niente a che vedere con la pace fiscale propagandata da qualche politico italiano) il fatto è che le guerre nel 2018 sono tante nel mondo. Gli uomini dimostrano sempre più, giorno dopo giorno, di non averne ancora abbastanza di tutta questa violenza e di non essere ancora pronti per il futuro balzo evolutivo che dovremmo fare come specie.

eccovi una lista dei conflitti nel mondo e meditiamo tutti su quanto ha senso litigare per quattro cretini che si contendono poltrone in parlamento e senato:

http://www.atlanteguerre.it/

vedrete comparire, in questa lista, due colonne: una fa riferimento agli eserciti regolari coinvolti nel conflitto e l’altra alle milizie o ai gruppi che si oppongono a tali forze di governo o di coalizione.

AFRICA:

(29 Stati e 241 tra milizie-guerrigliere, gruppi terroristi-separatisti-anarchici coinvolti)

Punti Caldi: Egitto (guerra contro militanti islamici ramo Stato Islamico), Libia (guerra civile in corso), Mali (scontri tra esercito e gruppi ribelli), Mozambico (scontri con ribelli RENAMO), Nigeria (guerra contro i militanti islamici), Repubblica Centrafricana (spesso avvengono scontri armati tra musulmani e cristiani), Repubblica Democratica del Congo (guerra contro i gruppi ribelli), Somalia (guerra contro i militanti islamici di al-Shabaab), Sudan (guerra contro i gruppi ribelli nel Darfur), Sud Sudan (scontri con gruppi ribelli)

Algeria 4

Esercito
  • Gruppo islamico al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQMI) dal 2005 (conosciuto in passato come Gruppo Salafita per la Predicazione e il Combattimento (GSPC) nel 2003)
  • Fronte islamico di salvezza (Fis)
  • Jamat Tawhid Wal Jihad Fi Garbi Afriqqiya (Movimento Unito per la Jihad in Africa Occidentale) gruppo staccatosi da al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM) nel Dicembre 2011
  • Jund al-Khilifa o Jund al-khilafah o Jund-al-Khilafa o Jund al-Khalifa o Soldati del Califfato in Algeria o Soldati del Califfato dell’Algeria (nuovo gruppo armato staccatosi da al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM) e che si è unito allo Stato Islamico (SI) dal 14 Settembre 2014)

Angola 2

Esercito
  • Fronte di Liberazione di Cabinda – Posizione Militare (Flec-PM) movimento secessionista dal 1975
  • Fronte per la Liberazione dell’Enclave di Cabinda – Forze armate di Cabinda (Flec-Fac)

Burundi 1

Esercito
  • Forze Repubblicane del Burundi o Forebu (da Dicembre 2015)

Ciad 1

Esercito
  • Union of Resistance Forces (URF)

Camerun 2

Esercito
  • Boko Haram (setta islamica) attacchi dalla Nigeria dal 2014
  • Consiglio Direttivo di Ambazonia (GCA) o Governing Council of Ambazonia (GCA) (movimento separatista)

Costa d’Avorio 1

Forze Repubblicane del presidente neo-eletto Alassane Ouattara
  • milizia “Invisible Commandos”

Gibuti 1

Esercito
  • Front for the Restoration of Unity and Democracy (FRUD)

Egitto 10

Esercito
  • Takfir wal-Hijra o At-Takfir Wal-Hijra (gruppo islamico jihadista salafita)
  • Jund al Sharia o the Soldiers of Islamic Law (dal 2012)
  • Consiglio della Shura dei Mujahideen nei Dintorni di Gerusalemme (MSC) o Consiglio della Shura dei Mujahideen (MSC) o Consiglio della Shura dei Mujahedeen (MSC) o Mujahideen Shura Council in the Environs of Jerusalem o Magles Shoura al-Mujahedeen o Magles Shoura al-Mujahadin o Mujahideen Shura Council of Jerusalem (attivo nel Sinai-Egitto e nella Striscia di Gaza) dal 2011
  • al-Qaeda in the Sinai Peninsula e la sua ala militare Ansar al Jihad (dal Dicembre 2011)
  • Ansar al-Shariah (da Luglio 2013)
  • Wilayat Sinaa o Welayet Sinai (precedentemente conosciuto come Ansar Bayt al-Maqdis Provincia del Sinai o Ansar Bait al-Maqdis o Velayat Sinai o Ansar Bayt al-Maqdis (Sostenitori di Gerusalemme) o Ansar Beit Al-Maqdis (Sostenitori di Gerusalemme) o Ansar Beit Al-Maqdis (Campioni di Gerusalemme) o Ansar Beit al Maqds (Sostenitori di Gerusalemme) o Ansar Beit al-Maqdess (Sostenitori di Gerusalemme) o Ansar Beyt el Makdes o Ansar Gerusalemme o Ansar Beit Al-Maqdis (Supporters of Jerusalem) o Ansar Beit Al-Maqdis (Champions of Jerusalem) o Ansar Beit el-Maqdes o Ansar Beit al Maqdis (Champions of Jerusalem) (era collegato ad al-Qaeda, ora collegato al gruppo terroristico Stato Islamico)
  • Brigate dei Lupi Solitari (gruppo jihadista) dal Gennaio 2014
  • Ajnad Misr o Soldati d’Egitto o Soldati dell’Egitto (da Febbraio 2014)
  • Jund al Khilafah Kinana o I soldati del Califfo in Egitto (collegati al gruppo Stato Islamico in Iraq) da Settembre 2014)
  • Movimento di Resistenza Popolare (affiliazione è sconosciuta)

Eritrea 4

Esercito
  • Democratic Movement for the Liberation of the Eritrean Kunama (DMLEK)
  • Eritrean Salvation Front (ESF)
  • Organizzazione Democratica Afar Mar Rosso (RSADO) o Red Sea Afar Democratic Organisation (RSADO)
  • Continue tensioni per questioni di confine con l’Etiopia e Gibuti

Etiopia 11

Esercito
  • Fronte Nazionale di Liberazione dell’Ogaden (ONLF) lotta per l’Indipendenza dell’ Ogaden dal Governo Etiope dal 1984 (ha accettato di deporre le armi a Settembre 2010. Il 12 Ottobre 2010 ha firmato un accordo di pace con il Governo. Dal Gennaio 2012 i combattimenti stanno proseguendo. Settembre 2012 sono iniziati i colloqui di pace con il Governo.)
  • Esercito di Liberazione Nazionale dell’Ogaden (ONLA) ala armata dell’ONLF
  • Oromo Liberation Front (OLF) lotta per l’Indipendenza di Oromo dal Governo Etiope dal 1973 (Annuncio abbandono lotta armata il 31 Dicembre 2011)
  • Jijirama Oromo Liberation Front (Jijirama-OLF) da Gennaio 2012 (gruppo separatosi dall’ Oromo Liberation Front (OLF)
  • United Western Somali Liberation Front (UWSLF) dal 1970
  • Afar Revolutionary Democratic Unity Front o Afar Revolutionary Democratic Union Front (ARDUF)
  • Ginbot 7 Movement for Justice Freedom and Democracy
  • Movimento Unito Gambella Niloti/Esercito (GNUM/A)
  • Fronte Patriotico del Popolo Etiope o Ethiopian People’s Patriotic Front o Ethiopian Peoples Patriotic Front (EPPF)
  • Movimento di Liberazione dei Popoli di Benishanguel (BPLM) o Movimento Liberazione Popolare Benishanguel (BPLM)
  • Movimento Popolare Gumez Benishangul o Movimento dei Popoli Gumez Benishangul (BGPM)

Kenya 2

Esercito
  • Muslim Youth Center (milizia somala collegata ad al-Qaeda in Kenya)
  • Consiglio Repubblicano di Mombasa (MRC) gruppo separatista

Libia 30

Guerra civile in corso tra il governo, ISIS e gruppi terroristici locali
  • Esercito
  • Milizia nazionalista della città di Zintan (alleata con la tribù Warshafana)
  • Forze di Khalifa Haftar (forze guidate dall’ex generale Khalifa Haftar)
  • Forza al-Shorooq
  • Battaglione 166 o 166° Battaglione
  • Brigata Mascherata (milizia attiva nella città di Zuwara)
  • Brigata Martiri di Zawia o Battaglione Rivoluzionario di Azzawiya
  • Guardia Servizi Petroliferi (PFG)
  • Al-Binyan Al-Marsous (milizia)
  • Ansar al-Sharia o Ansar Al Sharia o Ansar al-Shariah (gruppo jihadista salafita nato nel 2011, ad Ottobre 2014 ha dichiarato un Emirato Islamico nella città di Derna e nel Marzo 2015 ha annunciato alleanza al gruppo terroristico Stato Islamico (IS). Il 27 Maggio 2017 ha annunciato il suo scioglimento.)
  • Libyan Liberation Front (LLF) in Sahel
  • Gruppo Prigioniero Omar Abdelrahman
  • Gruppo dei Combattenti Islamici Libici (LIFG) o Al-Jama’a al-Islamiyyah al-Muqatilah bi-Libya, dal 2011 ha cambiato nome in Movimento Islamico Libico (LIM) o al-Harakat al-Islamiya al-Libiya, collegato ad al-Qaeda
  • Brigate del prigioniero Omar Abdul Rahman, collegato ad al-Qaeda
  • Milizia Islamista Rafallah Sahati
  • Cellula Operativa dei Rivoluzionari della Libia o Sala per le Operazioni Operative Libiche (coalizione di gruppi armati islamici)
  • Forze per la Stabilità e la Salvezza in Libia o Libya Safety and Stability Force
  • Brigata Al-Qaqaa
  • Fronte Sumood (creato a Giugno 2015, si è separato dal gruppo di Misurata ed è sotto il Congresso Nazionale Generale
  • Rivoluzionari dell’Area Occidentale (nato a Settembre 2015, gruppo armato da confermare)
  • Brigate della Difesa di Bengasi (BDB)
  • Alba della Libia o Operazione Alba (Faraj) (milizia coalizione islamica della città di Misurata, alleata con la milizia della città di Gharyan)
    • Majlis al-Shura (gruppo islamico alleato alla coalizione Alba della Libia)
    • Terza Forza dello Scudo Centrale (milizia situata a Misurata)
    • Milizia Fajr Libia o Battaglione Fajr Libia (milizia situata a Tripoli)
  • Brigata Rivoluzionaria di Tripoli
  • Consiglio della Shura dei Rivoluzionari di Ajdabiya (ARSC)
  • Consiglio della Gioventù Islamica o Islamic Youth Shura Council (alleato con il gruppo terroristico Stato Islamico da Novembre 2014)
  • Consiglio della Shura dei Mujaheddin di Derna o Consiglio della Shura dei Mujahedeen di Derna (da Dicembre 2014)
  • Consiglio della Shura dei Rivoluzionari di Bengasi o Benghazi Revolutionary Shura Council o Shura Council of Benghazi Revolutionaries (milizia islamica formata da diversi gruppi) alleato con Ansar al-Sharia
    • Brigata Martiri 17 Febbraio o Brigata 17 Febbraio

Mali 22

Dal 12 Gennaio 2012 l’esercito francese e l’esercito maliano (con l’aiuto degli eserciti di altri paesi africani) stanno combattendo i gruppi radicali islamici
  • Esercito
  • Piattaforma o Gruppo Autodifesa Tuareg Imghad e Alleati (GATIA) o Gruppo Autodifesa dei Tuareg e Alleati (GATIA) (alleanza di milizie filo-governative, firmato accordo di pace con il Coordinamento dei Movimenti di Azawad (CMA) a Ottobre 2015. Si segnalano comunque scontri.)
  • Coordinamento dei Movimenti di Azawad (CMA) (5 gruppi ribelli) (firmato accordo di pace con il governo maliano a Giugno 2015 e con la coalizione filo-governativa Piattaforma a Ottobre 2015)
    • Movimento Nazionale per la Liberazione di Azawad (MNLA) o National Movement for the Liberation of Azawad (MNLA) o Azawad National Liberation Movement (MNLA) è un Movimento Tuareg da Ottobre 2011. Dichiarato lo stato indipendente Azawad il 6 Aprile 2012. (Firmato accordo cessate il fuoco nel Giugno 2013)
    • Alto Consiglio per l’Unità di Azawad (HCUA, islamico)
    • Coordinamento per il Popolo di Azawad (CPA) o Coordination for the People of Azawad (CPA, secolare)
    • Movimento Arabo di Azawad (MAA)
    • Coordinamento dei Movimenti e Fronti di Resistenza Patriottica (CM-FRP) o Coordinamento dei Movimenti e Fronti di Resistenza Patriottica-2 (CM-FRP)-2 o Coordinamento dei Movimenti e Fronti di Resistenza Patriottica (CM-SAF)
  • Northern Mali Tuareg Movement (MTNM)
  • Comitato Nazionale per il Recupero della Democrazia e il Risanamento dello Stato (CNRDR) (esercito con un colpo di stato ha rovesciato il governo il 21 Marzo 2012)
  • Movimento Islamico per Azawad (MIA) (scissione da Ansar Dine nel Gennaio 2013)
  • Al-Qaeda in West Africa (AQWA)
  • Patriots’ Resistance Movement for the Liberation of Timbuktu dal Giugno 2012 (si oppone alla secessione del nord Mali da parte dell’ MNLA e Ansar Dine)
  • MMA-Dissidente (fazione secessionista del Movimento Arabo di Azawad)
  • Brigata Al Quds o Battaglione Al Furqan (ramo di al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM))
  • Jama’at Nusrat al-Islam wal Muslimeen (JNIM) o Jama’at Nusrat al-Islam wal-Muslimin (JNIM) o Sostegno all’Islam e ai Musulmani o Gruppo di Sostegno per l’Islam e i Musulmani o Gruppo per il Sostegno dell’Islam e i Musulmani (JNIM) (5 gruppi nato a Marzo 2017) promesso alleanza ad al-Qaeda
    • Movimento islamico Ansar Dine (Difensori della Religione o Difensori della Fede) collegato ad al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM)
    • Al-Mourabitoun o Katibat al Murabitoon o Battaglione al-Murabitoun (gruppo jihadista guidato da Mokhtar Belmokhtar) creato dalla fusione di [Movimento per l’Unicità e la Jihad in Africa Occidentale (MUJAO) o Movimento per Unità e Jihad in Africa Occidentale (MOJWA) or Movement for Unity and Jihad in West Africa (MOJWA) o Mouvement Unicité et Jihad en Afrique de l’Ouest (MUJAO) o Movimento per l’Unità e la Jihad in Africa Occidentale (MUJAO) o Monoteismo e Jihad in Africa Occidentale (MUJAO) o Movement for Oneness and Jihad in West Africa (MOJWA or MUJAO) o Movimento per l’Unicità e la Jihad nel Maghreb Islamico (MUJWA) sorto da una scissione di Gruppo islamico al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM) a metà 2011] e [Katibat Moulathamine o Brigata Mascherata o Brigata al-Mua’qi’oon Biddam (Quelli che Firmano col Sangue) o Firmatari nel Sangue o Brigata Khaled Abul Abbas guidata da Mokhtar Belmokhtar che ha lasciato al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM) nel Dicembre 2012, morto in attacco USA in Libia a Giugno 2015]
    • Fronte di Liberazione Macina (FLM) o Fronte di Liberazione Massina (FLM) o Brigata Macina (Gruppo estremista islamico)
    • Gruppo islamico al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM) dal 2005 (conosciuto in passato come Gruppo Salafita per la Predicazione e il Combattimento (GSPC) nel 2003)
    • Brigata Grande Sahara(GSB)
    • Stato Islamico nel Sahel o Stato Islamico nel Grande Sahel
    • Stato Islamico nel Grande Sahara (ISGS) o Stato Islamico nel Sahara (ISS) o Stato Islamico nel Burkina Faso & Mali (ISISBM)

Mauritania 1

Esercito
  • Gruppo Ansar Allah collegato ad al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM)

Mozambico 1

Esercito
  • Resistenza Nazionale Mozambicana (Renamo) (firmato cessate il fuoco con il governo il 24 Agosto 2014, firmato accordo di pace il 5 Settembre 2014). Nuovi scontri a Gennaio 2016

Nigeria 17

Esercito

  • Task Force Civile Congiunta (CJTF) o JTF Civile (milizia civile locale)
  • Boko Haram (setta islamica guidata da Abubakar Shekau) dal 2002 (era stato firmato un cessate il fuoco con il governo a Luglio 2013 non più attivo)
  • Provincia dell’Africa Occidentale dello Stato Islamico (ISWAP) o Provincia Africa Occidentale dello Stato Islamico (ISWAP) o Stato Islamico di Iraq e Siria (ISIS) Provincia Africa Occidentale o Provincia dell’Africa Occidentale dell’ISIS fazione separatista di Boko Haram da Agosto 2016 guidata da Abu Musab Al-Barnawi
  • Mend (Movimento per l’emancipazione del delta del Niger)
  • Forza volontaria popolare del Delta del Niger (NDPVF)
  • Ansaru o Vanguardia per la Protezione dei Musulmani nell’Africa Nera (gruppo islamico dal Gennaio 2012)
  • Setta Ombatse
  • Popolazioni Indigene del Biafra (IPOB) o Popoli Indigeni del Biafra (IPOB)
  • Riformate Popolazione Indigene del Biafra (RE-IPOB) o Riformati Popoli Indigeni del Biafra (RE-IPOB)
  • Le Ribattezzate Popolazioni Indigene del Biafra (TRIPOB) o I Ribattezzati Popoli Indigeni del Biafra (TRIPOB)
  • Vendicatori Delta del Niger (NDA)
  • Red Egbesu Water Lions (REWL) (da Maggio 2016)
  • Guardia Nazionale del Biafra (BNG)
  • Si segnalano anche continui scontri etnici e religiosi tra musulmani e cristiani nello stato di Plateau
  • Coalizione dei Gruppi Militanti del Delta del Niger (4 gruppi)
    • Osservatori del Delta del Niger
    • Volontari del Delta del Niger
    • Combattenti per le Popoloazioni del Delta del Niger
    • Combattenti per la Libertà Bakassi (BFF)

Puntland 1

Esercito
  • Milizia Galgala (combattenti ribelli leali allo sceicco Mohamed Said Atom)
  • Spesso si verificano scontri con l’esercito del Somaliland

Repubblica Centrafricana 12 (firmato accordo di pace con 10 gruppi armati il 10 Maggio 2015)

Esercito
  • Seleka (coalizione di 5 gruppi ribelli musulmani) (ha rovesciato il governo e preso il potere a Marzo 2013, firmato cessate il fuoco Aprile 2015):
    • Convenzione dei Patrioti per la Giustizia e la pace (CPJP)
    • Convenzione dei patrioti della Salvezza del Paese (CPSK) o Convenzione dei patrioti della Salvezza e del Kodro (CPSK)
    • Unione delle Forze Democratiche per il Raggruppamento (UFDR) o Unione delle Forze Democratiche per l’Unità (UFDR)
    • Fronte Democratico del Popolo dell’Africa Centrale (FDPC) o Fronte Democratico del Popolo della Repubblica dell’Africa Centrale (FDPC) o Forze Democratiche per il Popolo dell’Africa Centrale (FDPC)
    • Alleanza per la Rinascita e la Ricostruzione (A2R)
  • Movimenti dei Liberatori per l’Africa Centrale per la Giustizia (MLCJ)
  • Milizie Anti-balaka (cristiani contro Seleka) (firmato cessate il fuoco Aprile 2015)
  • Milizie Peul
  • Rivoluzione-Giustizia
  • Unione Fulani per la Pace nella Repubblica Centrafricana (UPC)
  • Fronte Popolare per la Rinascita nella Repubblica Centrafricana (FPRC)

Repubblica del Congo 1

Esercito
  • Ninja (milizia)

Repubblica Democratica del Congo 41

  • Esercito
  • Missione di Stabilizzazione Organizzazione delle Nazioni Unite nella Repubblica Democratica del Congo (MONUC o MONUSCO) composto da 59 paesi
  • Movimento 23 Marzo (M23) Truppe leali al leader militare Bosco ‘Terminator’ Ntaganda (che ha disertato dall’esercito congolese) hanno formato il gruppo armato il Movimento Marzo 23 (M23) o Movimento 23 Marzo (M23) che comprendono gli ex membri ribelli del National Congress for the Defence of the People (CNDP) (annunciato il cessate il fuoco il 3 Novembre 2013, annunciata la fine della ribellione e disarmo il 5 Novembre 2013. Accordo di pace il 12 Dicembre 2013)
  • Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda (FDLR) o Forces démocratiques pour la libération du Rwanda (FDLR) or ex-FAR / Interahamwe
    • Forces Démocratiques pour la Libération du Rwanda/Rassemblement Uni pour la Démocratie (FDLR/RUD) opera nel Territorio Sud Lubero
    • Forces Démocratiques pour la Libération du Rwanda/FDLR/SOKI o Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda/FDLR/SOKI
    • Forces Démocratiques pour la Libération du Rwanda/FDLR/FOCA o Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda/FDLR/FOCA
    • Forces Démocratiques pour la Libération du Rwanda/FDLR Mandevu o Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda/FDLR Mandevu (staccato da FDLR/FOCA dal 2010)
  • Mai Mai Hilaire (Union pour la Réhabilitation de la Démocratie du Congo – URDC) o (Unione per la riabilitazione della democrazia del Congo- URDC)
  • Mai Mai Raia Mutomboki o Rai Mutomboki ha combattuto sia l’FDLR (esercito congolese) che i ribelli del FARDC
  • Mai Mai Sheka o Mayi Mayi Sheka o Sheka (Nduma Difesa del Congo – NDC) o Mai-Mai de Nduma Defense of Congo (NDC) (Ntabo Ntaberi Sheka si è arreso alle forze ONU a Luglio 2017)
  • Mai Mai Kifuafua (Nord Kivu)
  • Mai Mai Morgan (attivo a Mambasa e Bafwasende)
  • Mai Mai Simba o Armée Populaire de Libération Nationale Congolaise-Lumumba o Armata Popolare di Liberazione Nazionale Congolese-Lumumba – APLNC/Lumumb
  • Mai Mai Yakutumba (Milizia pro-governativa) (attiva nel Sud Kivu) dal 2007
  • Mai Mai Gedeon alleato ai separatisti nella provincia meridionale del Katanga
  • Mai Mai Hume
  • Mai Mai Kata Katanga o Mai Mai Bakata Katanga o Katanga
  • Mai Mai Mazembe (milizia etnica Nande)
  • Mai-Mai Nyatura
  • Forze di Difesa Locale Busumba (LDF) o Local Defence Forces Busumba (LDF)
  • Fronte di Difesa del Congo o Congo Defence Front (FDC) ha combattuto i ribelli delle Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda (FDLR) e FARDC all’inizio del 2012
  • Unione dei Patrioti Congolesi per la Pace (UPCP/FPC) o Union des Patriotes Congolais pour la Paix (UPCP/FPC) o Unione dei Patrioti Congolesi per la Pace (UCPC) guidato da Celestin Malonga
  • Movimento d’Azione per il Cambiamento (MAC) o Mouvement d’Action pour le Changement (MAC)
  • Movimento Popolare d’Autodifesa (MPA) o Mouvement Populaire d’Autodéfense (MPA) (ethnic Hutu)
  • Forze Democratiche Alleate e l’Esercito Nazionale per la Liberazione dell’Uganda (ADF-NALU) o Forze Difesa Alleate-NALU (islamici guidati dagli ugandesi)
  • Forze di Liberazione Nazionale (FNL) o Forces nationales de libération (FNL) ribelli burundesi, principalmente nel Sud Kivu dal 2013
  • Nyatura (combattenti Hutu dal 2010)
  • Forze di Difesa degli Interessi del Popolo Congolese (FDIPC) o Forces des Défense des Intérêts du Peuple Congolais (FDIPC) dal 2013
  • Alleanza dei Patrioti per un Congo Libero e Sovrano (APCLS) o Alliance des patriotes pour un Congo libre et démocratique o Patriotic Alliance for Free and Sovereign Congo (APCLS) opera nell’area Masisi ad ovest di Goma (gruppo Mai Mai dal 2008)
  • Coalizione dei Gruppi Armati dell’Ituri o Coalition des Groupes Armés de l’Ituri (COGAI)/MRPC dal Maggio 2012
  • Forze di Resistenza Patriotica dell’Ituri (FRPI) o Forze Rivoluzionarie Patriottiche di Ituri (FRPI) o Forza Patriottica di Resistenza dell’Ituri o Forces de resistance patriotiques en Ituri (FRPI) (opera nella Provincia di Ituri vicino al confine con l’Uganda)
  • Forze di Difesa Nazionale (FDN) o Forces de Défense Nationale (FDN)
  • M18 (nuova fazione ribelle nel Nord Kivu, non collegato con il Movimento 23 Marzo)
  • M26 (dal 26 Ottobre 2012 nel Nord Kivu)
  • Esercito di Resistenza del Signore (LRA) o Lord’s Resistance Army (LRA) nato nel 1987 contro le forze armate congolesi e ugandesi
  • Fronte Popolare per la Giustizia nel Congo o Popular Front for Justice in Congo
  • Movimento di Liberazione Indipendente degli Alleati o Independent Liberation Movement of the Allies conosciuto anche come (Nzobo ya Lombo)
  • Resistenza Patriottica Congolese (PARECO) o Patriotes résistants congolais (PARECO)
  • Milizia Kamwina Nsapu (milizia leale a Kamwina Nsapu del gruppo etnico Luba)
  • Bundu dia Kongo (BDK) setta separatista
  • Stato Islamico in Africa Centrale (ISCA) da Ottobre 2017

Ruanda 1

Esercito
  • milizia Hutu ruandese

Sahara Occidentale 1

Esercito
  • Lotta del Fronte Polisario contro l’occupazione del Marocco

Senegal 1

Esercito
  • Movimento delle Forze Democratiche di Casamance (MFDC) o Movement of the Democratic Forces of Casamance (MFDC) o Casamance Movement of Democratic Forces (MFDC) o Movement for the Democratic Forces of Casamance (MFDC) (in lotta dal 1982 ed ora diviso in 3 fazioni interne) (dichiarato cessate il fuoco unilaterale ad Aprile 2014)

Somalia 14

  • Esercito
  • Missione dell’Unione africana in Somalia (AMISOM)
    • Uganda
    • Kenya
    • Burundi
    • Sierra Leone
    • Gibouti
    • Nigeria
    • Ghana
    • Camerun
    • Mali
    • Senegal
    • Zambia
  • Milizia Sufi Ahlu Sunna Wal Jamaca (ASWJ) o Ahlusunna Waljamaaca o Ahlu Sunnah Wal Jamaah o Ahlu Sunna Waljamaa o Ahlu-Sunna Wal Jamaca o Ahlu Sunnah Waljama’a o Ahlu-Sunna Waljama’a (gruppo islamico pro-governativo contro al-Shabaab e Hizbal Islam dal 17 Marzo 2010)
  • Harakat al-Shabaab al-Mujahideen/Movimento Giovanile Mujahideen (MYM) o Harakat al-Shabaab al-Mujahideen/Mujahideen Youth Movement (MYM)
  • Movimento Ras kamboni, pro governo somalo, attivo nel Jubaland o Azania
  • Shabelle Valley Administration (SVA) (milizia della Valle Shabelle, pro governo somalo anche se non riconosciuta dal Governo Centrale)
  • Al-Shabaab gruppo somalo islamico collegato ad al-Qaeda (nel Dicembre 2011 ha cambiato il suo nome in Imaarah Islamiya il cui nuovo leader è Ahmed Umar Abu Ubaida da Settembre 2014)
  • Hizbul Islam o Partito Islamico gruppo islamico (nato il 4 Febbraio 2009 dall’unione di 4 gruppi)
  • Hisb al-Islam
  • Rahanweyn Resistance Army o Reewin Resistance Army (RRA) attivo nello Stato somalo del Southwestern dal 1995
  • Al-Itihaad al-Islamiya (AIAI) o Al-Etihad Al-Islamiya
  • Signore della Guerra Ali Khalif Galaydh e la sua leale milizia tribale
  • Milizia di Ahmed Madobe (leader dell’Amministrazione ad Interim di Giuba) contro il Governo
  • Jahba Africa Orientale (gruppo ha giurato fedeltà all’ISIS) da Aprile 2016
  • Forze leali a Mukhtar Robow Abu Mansour

Somaliland 4

Esercito
  • Sool, Sanag, Cayn (SSC)
  • Northern Somalia Unionist Movement (NSUM) e la sua ala armata Sool Sanaag Ayn Army (SSCA) (gruppo secessionista di SSC)
  • Milizia tribale leale all’ex Primo Ministro della Somalia Ali Khalif Galayr (sta cercando di creare lo Stato Khaatumo o Stato Khatumo o Stato Khatuumo)
  • Sultano Wabar guida un gruppo di anarchici
  • Spesso si verificano scontri con l’esercito del Puntland

Sudan 24

Governo è in lotta con le popolazioni del Darfur dal 2003. Si segnalano anche continui scontri con i ribelli:
  • Esercito
  • Forze di Difesa Popolare (FDP) o Popular Defense Forces (PDF)
  • Forze Supporto Rapido (RSF) o Forze di Supporto Rapido (RSF)
  • Esercito Liberazione del Sudan o Sudan Liberation Army (SLA) dal 2002
  • Forze di Difesa Popolare (PDF) (gruppo paramilitare pro governativo)
  • Fronte Rivoluzionario Sudanese (FRS o SRF) alleanza formata da 5 gruppi ribelli (a Ottobre 2015 ha dichiarato 6 mesi di unilaterale cessazione delle ostilità):
    • Sudan People’s Liberation Army/Movement (SPLA/M) o Sudan People’s Liberation Army-North (SPLA-N) o Esercito di Liberazione Popolare del Sudan-Nord (SPLA-N) o Movimento di Liberazione Popolare del Sudan/Esercito Nord (SPLM/A-N) e la sua ala militare Movimento di Liberazione Popolare del Sudan-Nord (SPLM-N) o Movimento di Liberazione del Popolo Sudanese/Nord (SPLM-N)
    • Movimento di Liberazione del Popolo Sudanese/Nord (SPLM/N)-Agar (SPLM-N-Agar) fazione guidata da Malik Agar
    • Movimento di Liberazione del Popolo Sudanese/Nord (SPLM/N)-Agar (SPLM-N-Hilu) fazione guidata da Abdel Aziz al-Hilu
    • Movimento Giustizia e Uguaglianza (JEM) dal 2006 (Aveva firmato un cessate il fuoco con il Governo nel Febbraio 2010. Nuovi colloqui di pace a Doha ad Ottobre 2012. Firmato accordo cessate il fuoco a Febbraio 2013.)
    • Movimento Giustizia e Uguaglianza-Consiglio Militare (JEM-MC) o fazione JEM-Consiglio Militare (JEM-MC) (Colloqui di pace a Doha nel Dicembre 2012).
    • Movimento Liberazione del Sudan Abdel Wahid (SLM-Nur) fazione Abdul Wahid al Nur e la sua ala armata Esercito Liberazione del Sudan-Abdel Wahid (SLA-AW) o Sudan Liberation Movement Abdel Wahid (SLM-Nur) Abdul Wahid al Nur faction e la sua ala armata Sudan Liberation Army-Abdel Wahid (SLA-AW) o Movimento di Liberazione del Sudan di Abdel Wahid Nur (SLM-AW) o Movimento di Liberazione del Sudan – Abdel Wahid al-Nur (SLM-AW) o Movimento di Liberazione del Sudan (SLM-AW) guidato da Abdel-Wahid al-Nur o Sudan’s Liberation Movement of Abdel Wahid Nur (SLM-AW) o Sudan Liberation Movement – Abdel Wahid al-Nur (SLM-AW) o Darfur Front for Injustice Rebuttal (firmato accordo di pace il 18 Marzo 2013)
    • Movimento Liberazione del Sudan Minni Minnawi (SLM-Minnawi) o Movimento Liberazione del Sudan di Mani Arkoi Minnawi (SLM-MM) o Movimento di Liberazione del Sudan – Minni-Minnawi, (SLM-MM) e la sua ala armata Esercito Liberazione del Sudan-Minni Minnawi (SLA-MM) o Esercito Liberazione del Sudan di Minni Minnawi (SLA-MM) o Esercito Liberazione del Sudan-Minni Minnawi (SLM-MM) attivo in Darfur
  • Darfur 11
    • Movimento Liberazione del Sudan–Forze Rivoluzionarie o Sudan Liberation Movement Revolutionary Forces (SLM-RF) dal 2006
    • National Redemption Front (NRF) dal 2006
    • Movimento di Giustizia e Liberazione (MGL) o Liberation and Justice Movement (LJM), include 10 piccoli gruppi ribelli dal Febbraio 2010 (Ha firmato il cessate il fuoco con il Governo Sudanese del Nord il 14 Luglio 2011)
    • Movimento di Giustizia e Liberazione (MGL) fazione guidata da Ali Karbino o Liberation and Justice Movement (LJM) faction led by Ali Karbino
    • Partito di Giustizia e Liberazione Nazionale (NLJP) guidato da Tijani al-Sissi (attivo in Darfur)
    • Movimento di Liberazione del Sudan/Esercito – La 2a Rivoluzione (SLM/A-SR) o Movimento di Liberazione del Sudan (Seconda Rivoluzione) (SLM-SR) (fazione ribelle attiva in Darfur)
    • Nuovo Movimento Sudanese di Giustizia e Uguaglianza (NEW JEM o NJEM) (attivo in Darfur e fazione separatista del gruppo ribelle Movimento Giustizia e Uguaglianza (JEM))
    • Movimento di Liberazione del Sudan/Esercito per la Giustizia (SLM/A-J) o Movimento di Liberazione del sudan per la Giustizia (SLMJ) (fazione ribelle attiva in Darfur)
    • Movimento Giovanile per il Darfur (YMD)
    • Alleanza Forza di Liberazione del Sudan (SLFA)
    • Musa Hilal (leader della milizia)

Sudan del Sud o Sud Sudan 29

Esercito
  • National Transitional Council (NTC) (formato da 4 gruppi ribelli SSLA, SSDM, NDF e SSDF)
  • Esercito Liberazione Sud Sudan (SSLA) milizia Peter Gadet o South Sudan Liberation Army (SSLA) milizia di Peter Gadet (accordo di pace con il governo Aprile 2013)
  • Movimento Democratico del Sud Sudan (SSDM) o South Sudan Democratic Movement (SSDM) o South Sudan Democratic Movement/Army (SSDM/A) e la sua ala armata Esercito Democratico del Sud Sudan (SSDA) di George Athor Deng o South Sudan Democratic Army (SSDA) di George Athor Deng (accordo di pace con il governo Aprile/Maggio 2013)
  • National Democratic Front (NDF)
  • Forze di Difesa del Sud Sudan (SSDF) o South Sudan Defence Forces (SSDF) (accordo di pace con il governo nel Aprile-Maggio 2013)
  • Movimento di Liberazione Popolare del Sudan-Nord (SPLM-N) o Movimento di Liberazione del Popolo Sudanese/Nord (SPLM-N) (affiliato all’Esercito di Liberazione Popolare del Sudan/Movimento (SPLA/M) o Sudan People’s Liberation Army/Movement (SPLA/M))
  • Milizia Philip Bepan (attivo nel Sud Sudan)
  • The National Democratic Front dal 25 Settembre 2011
  • Milizia Gatluak Gai (attivo nel Sud Sudan)
  • Milizia Gabriel Tang chiamato anche Tang Ginye (attivo nel Sud Sudan)
  • Forze di David Yau Yau (il gruppo ribelle ha accettato il cessate il fuoco il 7 Gennaio 2014)
  • Milizia etnica Johnson Oliny
  • Milizia Ultan Abdel Bagi Ayii Akol
  • Milizia Peter Lorot
  • South Sudan People Liberation Movement e la sua ala armata (South Sudan People Liberation Army) (SSPLM/SSPLA) guidato dal Maggiore Generale Tong Lual Ayat (dal Dicembre 2011)
  • Movimento di Liberazione Popolare del Sudan in Opposizione (SPLM in Opposizione) o Movimento di Liberazione Popolare del Sudan/Esercito in Opposizione (SPLM/E in Opposizione) o Movimento di Liberazione Popolare del Sudan (SPLM-IO) o Movimento di Liberazione Popolare del Sudan-In-Opposizione (SPLM-IO) o Esercito di Liberazione Popolare del Sudan-In-Opposizione (SPLA-IO) guidato da Machar (accordo di pace con il governo Gennaio 2014 e Maggio 2014)
  • Esercito della Resistenza del Sud Sudan (SSRA) guidato da Lul Ruai Koang presente nel Lou Nuer da Marzo 2015
  • Ragazzi Nyarango o Nyarango Boys (presente nello Stato Equatoria Occidentale)< /li>
  • Movimento di Rivoluzione per la Salvezza Nazionale (REMNASA) o Movimento Rivoluzionario per la Salvezza Nazionale (REMNASA) (si è fuso con il Movimento di Liberazione Popolare del Sudan-In-Opposizione (SPLM-IO) a Ottobre 2015)
  • Movimento di Liberazione Nazionale del Sud Sudan (SSNLM) (attivo nell’Equatoria Occidentale, firmato cessate il fuoco con il governo il 18 Novembre 2015)
  • Milizia Araba Ambororo
  • Fronte Patriottico Popolare del Sudan del Sud (SSPPF) o Fronte Patriottico Popolare del Sud Sudan (SSPPF) o Fronte Patriottico del Popolo del Sud Sudan (SSPPF) o Fronte Patriottico del Popolo Sud Sudanese (SSPPF) o Ragazzi Freccia (AB) o Arrow Boys (AB) (composto da diversi gruppi locali) da Novembre 2015
  • Partito Federale del Sud Sudan (SSFP) e la sua ala armata Forze Armate del Sud Sudan (SSAF) (nuova fazione ribelle da Dicembre 2015)
  • Nuove Forze Fazione Tigre (TFNF) o Tiger Faction New Forces (TFNF)
  • Movimento Unito Sudan del Sud (SSUM) (guidato dal Generale Peter Gatdet Yaka)
  • Nuova fazione ribelle scissa da SPLA-IO e unita al generale Agany Ayii
  • Fronte di Salvezza Nazionale (NAS) o Fronte di Salvezza Nazionale (NASA) guidato dal Generale Cirilo Swaka
  • Fronte di Resistenza Nazionale/Esercito (NRF/A) da Ottobre 2017
  • NPAM/F del Sudan del Sud (gruppo ribelle nato a Dicembre 2017 dalla fusione delle Forze di Alleanza Popolare Nazionale (NPAF) e del Movimento per la Libertà Sud Sudanese/Esercito SSFM/A)

Tunisia 1

Esercito
  • Battaglione Uqba Ibn Nafi o Akba Ibn Nafaa o Uqba Ibn Nafi Battalion o Phalange Okba Ibn Nafaa o Katibat Okba Ibn Nafaa o Okba Bin Nafaa o Brigata Okba Ibn Nafaa (branca di al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQMI) e alleato del gruppo Stato Islamico da Settembre 2014)

Uganda 4

Esercito
  • Lord’s Resistance Army (LRA) nato nel 1987 contro le forze armate ugandesi e congolesi
  • Al-Shabaab gruppo somalo islamico
  • Forze Democratiche Alleate (ADF) o Allied Democratic Forces – National Liberation Army of Uganda (ADF / NALU) o o Forze Difesa Alleate-NALU attivi nella Repubblica Democratica del Congo nelle province del Nord Kivu, Sud Kivu, Maniema e Katanga
  • Milizia Separatista del Regno Rwenzururu

ASIA:

(16 Stati e 171 tra milizie-guerriglieri, gruppi terroristi-separatisti-anarchici coinvolti)

Punti Caldi: Afghanistan (guerra contro i militanti islamici), Birmania-Myanmar (guerra contro i gruppi ribelli), Filippine (guerra contro i militanti islamici), Pakistan (guerra contro i militanti islamici), Thailandia (colpo di Stato dell’esercito Maggio 2014)

Afghanistan 11

  • Esercito
  • Fronte Islamico Unito per la Salvezza dell’Afghanistan o Alleanza del Nord (ricreato a Luglio 2015 da 3 ex signori della guerra)
  • International Security Assistance Force (ISAF) (49 stati)
    • Albania
    • Armenia
    • Australia
    • Austria
    • Azerbaijan
    • Bahrain
    • Belgio
    • Bosnia e Erzegovina
    • Bulgaria
    • Canada
    • Corea del Sud
    • Croazia
    • Danimarca
    • El Salvador
    • Emirati Arabi Uniti
    • Estonia
    • Finlandia
    • Francia
    • Georgia
    • Germania
    • Grecia
    • Irlanda
    • Islanda
    • Italia
    • Lettonia
    • Lituania
    • Lussemburgo
    • Macedonia
    • Malesia
    • Mongolia
    • Montenegro
    • Olanda
    • Norvegia
    • Nuova Zelanda
    • Polonia
    • Portogallo
    • Regno Unito
    • Repubblica Ceca
    • Romania
    • Singapore
    • Slovacchia
    • Slovenia
    • Spagna
    • Svezia
    • Tonga
    • Turchia
    • Ucraina
    • Ungheria
    • Stati Uniti
    (Talebani avevano firmato accordo cessate il fuoco nel Giugno 2013 poi rotto)

  • Shura di Quetta guidato da Mullah Akhtar Mansoor
  • Alto Consiglio dell’Emirato Islamico in Afghanistan guidato da Mullah Mohammad Rasool e Mansoor Dadullah come vice (da Novembre 2015, gruppo scisso dalla Shura di Quetta)
  • Rete Haqqani
  • Shura di Peshawar (est Afghanistan)
  • Hezb-e-Islami Gulbuddin (HIG) o Hezb-i-Islami Gulbuddin Hekmatyar (HIG) o Hezb-e-Islami (dal1977) (firmato accordo di pace con il governo a Maggio 2016, firmata bozza accordo di pace a Settembre 2016)
  • Hezb-e Islami Khalis (HIK) (dal 1979)
  • Emirato Islamico dell’Afghanistan (IEA) o Afghan Taliban (guidato da Mullah Akhtar Mansour)
  • Fronte Mullah Dadullah (da Maggio 2012)
  • Provincia Khorasan (Ramo afghano del gruppo Stato Islamico)
  • Forze di Rivolta del Popolo (milizia talebana leale a Zahir Qadir)

Bangladesh 4

Army
  • al-Qaeda nel Subcontinente Indiano o Qaedat al-Jihad nel Subcontinente Indiano (da Settembre 2014, il suo leader è Asim Umar, gruppo sarà attivo in Bangladesh e anche in India (Assam, Gujarat, Ahmedabad e Kashmir) e Birmania-Myanmar)
  • Ansar al Islam Bangladesh-2 o Ansar al-Islam (collegato a al-Qaeda)
  • Jamaat’ul Mujahideen Bangladesh (JMB) o Jamayetul Mujahideen Bangladesh (JMB)
  • Bangladesh Jamaat-e-Islami

Birmania-Myanmar 46

  • Esercito o Tatmadaw
  • Forza Guardia di Confine Karen (BGF) o Karen Border Guard Force (BGF) o Border Guard Force (BGF)
  • Forza di Resistenza alla Ribellione (RRF) o Rebellion Resistance Force (RRF)
  • Forza della Milizia del Popolo (PMF) o Forza della Milizia Popolare (PMF) o People’s Militia Force (PMF)
  • Mung Paw Militia (Mung Paw Pyi Tu Tsits) (gruppi miliziani locali appoggiati dall’esercito birmano)
  • Milizia Ah Dang
  • Nuovo Esercito Democratico Kachin (NDAK)
  • 10 Membri dell’Alleanza United Nationalities Federal Council (UNFC), la cui ala armata è l’Esercito Unione Federale (FUA) è divisa in due regioni militari, regione settentrionale e regione meridionale:
    • Karenni Army (KA) ala armata del Partito Progressista Nazionale Karen (KNPP) regione meridionale
    • New Mon State Party (NMSP) (firmato pirmo accordo sul cessate il fuoco il 1 Febbraio 2012) regione meridionale
    • Organizzazione Liberazione Nazionale Pa-O (PNLO) o Organizzazione Liberazione Nazionale Pa’o (PNLO) o Organizzazione Nazionale Paoh (PNO) o Organizzazione Liberazione Nazionale Pa-O (PNO) e la sua ala armata Esercito Nazionale Paoh (PNA) (firmato cessate il fuoco a Ottobre 2015)
    • Fronte Nazionale Chin (CNF) (firmato accordo di cessate il fuoco a Ottobre 2015)
    • Esercito per l’Indipendenza Kachin (KIA) ala armata dell’Organizzazione per l’Indipendenza Kachin (KIO) (firmato cessate il fuoco a Maggio 2013) regione settentrionale
    • Milizia Popolare Kachin (MHH) o Milizia del Popolo Kachin (MHH)
    • Shan State Progress Party / Esercito Stato Shan (SSPP/SSA) o SSA-N o Esercito Stato Shan-Nord (SSA-Nord) o Esercito dello Stato Shan-Nord (SSA-Nord o SSA-N) (firmato il cessate il fuoco a Gennaio 2012) regione settentrionale
    • Esercito Arakan (AA) o Esercito Buddista Arakan o Arakan Army (AA) fondato nel 2009 e collegato al National United Party of Arakan (NUPA)
    • Arakan Liberation Army (ALA) o Esercito di Liberazione di Arakan (ALA) ala armata dell’Arakan Liberation Party (ALP) o Partito per la Liberazione di Arakan (ALP) (firmato accordo di cessate il fuoco a Ottobre 2015)
    • Fronte di Liberazione dello Stato Palaung (PSLF) o Fronte di Liberazione dello Stato Palong (PSLF) o Palaung State Liberation Front (PSLF) o Palong State Liberation Front (PSLF) (la cui ala armata è l’Esercito di Liberazione Nazionale Ta’ang (TNLA) o Esercito di Liberazione Nazionale Tan’ang (TNLA) o Esercito di Liberazione Nazionale (Palaung) Ta’ang (TNLA) o Esercito di Liberazione Nazionale Ta’ang/Forza di Liberazione dello Stato Palaung (TNLA/PSLF)) regione settentrionale
    • Lahu Democratic Union (LDU)
    • Wa National Organization (WNO) regione settentrionale
  • Forze Armate Kawthoolei (KAF) o Kawthoolei Armed Forces (KAF) (Organizzazione formata da 4 gruppi ribelli Karen)
    • Milizia etnica dell’Unione Nazionale Karen (KNU) la cui ala armata è l’Esercito di Liberazione Nazionale Karen (KNLA) dal 1949. (firmato il cessate il fuoco a Ottobre 2015) uscito dall’Alleanza United Nationalities Federal Council (UNFC) nel Settembre 2014 regione meridionale
    • Esercito Benevolente Democratico Karen (DKBA) o Democratic Karen Benevolent Army (DKBA) (gruppo scisso dall’Esercito di Liberazione Nazionale Karen (KNLA)) (firmato il cessate il fuoco con il governo a Ottobre 2015)
    • Organizzazione di Difesa Nazionale Karen (KNDO)
    • Unione Nazionale Karen/Esercito di Liberazione Nazionale Karen Consiglio per la Pace (KNU/KNLA-PC) o KNU/KNLA Consiglio per la Pace o Karen National Union/Karen National Liberation Army Peace Council (KNU/KNLA-PC) (firmato il cessate il fuoco con il governo a Ottobre 2015)
  • Consiglio per il Ripristino dello Stato Shan/Esercito Stato Shan-Sud (RCSS/SSA-S) o Restoration Council of Shan State/ Esercito Stato Shan (RCSS/SSA) o Esercito Stato Shan-Sud (SSA-S) o Consiglio per il Ripristino dello Stato Shan (CRSS) (firmato il cessate il fuoco con il governo a Ottobre 2015)
  • Milizia etnica Kokang Esercito dell’Alleanza Democratica Nazionale del Myanmar (MNDAA) o Esercito Alleanza Democratica Nazionale del Myanmar (MNDAA) o Myanmar National Democratic Alliance Army (MNDAA) o Kokang Democracy Party dal 1989 regione settentrionale (dichiarato cessate il fuoco 11 Giugno 2015)
  • Esercito di Alleanza Democratica Nazionale (NDAA) o National Democratic Alliance Army (NDAA) o National Democratic Alliance Army-Eastern Shan State (NDAA-ESS) o Esercito Stato Shan Orientale (ESSA) o Eastern Shan State Army (ESSA) o Esercito Mongla o Mongla Army o Mong La o Gruppo Mongla (dal 1989)
  • Brigade 5 fazione interna del (DKBA) (raggiunto il cessate il fuoco con il governo a Novembre 2011)
  • Esercito di Dio o God’s Army (era un ramo del Karen National Union)
  • Klo Htoo Wah o Klo Htoo Wah del DKBA (fazione scissionista dell’Esercito Benevolente Democratico Karen (DKBA)) o Klohtoobaw Karen Organization (KKO)
  • Ribelli Shan del Myanmar Peace and Democracy Front (MPDF)
  • Esercito Unito Stato Wa (UWSA) ala armata dello United Wa State Party (UWSP) dal 1989 (UWSA ha firmato un accordo di cessate il fuoco con il governo il 6 Settembre 2011)
  • Lahu National Democratic Front [LNDF]
  • Mong Tai Army (MTA) (regione settentrionale)
  • Kuki National Army (KNA)
  • Esercito Rivoluzionario Zomi (ZRA) dal 1993 ala armata dell’Organizzazione Rivoluzionaria Zomi (ORZ) o Organizzazione di Riunificazione di Zomi (ORZ)
  • Fronte Democratico di Tutti gli Studenti della Birmania (ABSDF) o All Burma Students’ Democratic Front (ABSDF) o All Burma Students Democratic Front (ABSDF) o All Burma Student United Front (ABSDF) (firmato un accordo di cessate il fuoco con il governo a Ottobre 2015)
  • al-Qaeda nel Subcontinente Indiano o Qaedat al-Jihad nel Subcontinente Indiano (da Settembre 2014, il suo leader è Asim Umar, gruppo sarà attivo in Birmania-Myanmar e anche in India (Assam, Gujarat, Ahmedabad e Kashmir) e Bangladesh)
  • Esercito di Liberazione Nazionale Chin (CNLA)
  • Esercito di Nazionalità Shanni (SNA) (popolazione Shan Rossi o Red Shan nel nord della Birmania da Gennaio 2016)
  • Esercito Buddista Democratico Karen (DKBA) o Esercito Buddista Democratico Kayin (DKBA) o Democratic Karen Buddhist Army (DKBA) (fazione separatista dell’Esercito Benevolente Democratico Karen (DKBA))
  • Esercito Buddista Democratico Karen – Kyaw Htet (DKBA-KH)
  • Milizia del Popolo Manpang o Milizia Popolare Manpang
  • Organizzazione per la Solidarietà Rohingya (Rso) o Rohingya Solidarity Organisation (RSO)
  • Esercito per la Salvezza dei Rohingya dell’Arakan (ARSA) o Esercito Salvezza Rohingya Arakan (ARSA) o Esercito di Salvezza Rohingya Arakan (ARSA) o Esercito di Salvezza Rohingya di Arakan (ARSA) o Esercito Arakan per la Salvezza dei Rohingya (ARSA)
  • Aqa Mul Mujahidin (AMM) (organizzazione islamica)

Cina 1

Esercito
  • East Turkestan Islamic Movement (ETIM) o Turkistan Islamic Movement (TIM)

Coree

  • Schermaglie al confine tra Corea del Nord e Corea del Sud

Filippine 14

  • Esercito
  • Pulahan o Guerrieri Rossi di Dio o Difensori Rossi di Dio (milizia cristiana di 300 uomini nel Mindanao da Gennaio 2016)
  • Gruppo Abu Sayyaf (ASG) dal 1990 (gruppo separatista islamico)
  • Fronte di Liberazione Islamico Moro (MILF) o Fronte Islamico di Liberazione Moro (MILF) o Moro Islamic Liberation Front (MILF) dal 1978 (gruppo separatista islamico) Raggiunto accordo di pace con il governo ad Ottobre 2012. Firmato accordo di pace il 25 Gennaio 2014 e Marzo 2014
  • Movimento di Liberazione Islamico Bangsamoro (BILM) dal 2011 (fazione separatista del Fronte Islamico di Liberazione Moro (MILF)
  • Movimento per la Libertà Islamica di Bangsamoro (BIFM) e la sua ala armata Combattenti per la Libertà Islamica di Bangsamoro (BIFF) o Bangsamoro Islamic Freedom Fighters (BIFF) (gruppo si è scisso dal Fronte Islamico di Liberazione Moro (MILF) che combatte per un Bangsamoro indipendente)
  • Fronte Nazionale di Liberazione Moro (MNLF) dal 1969
  • Revolutionary Proletarian Army-Alex Boncayao Brigade (RPA-ABB) dal 1994
  • Esercito Reale del Sultanato di Sulu
  • Mujahidin Indonesia Timur
  • Ansaru’l Khilafah Filippine o Ansaru’l Khilafah Philippines (gruppo allineato con gruppo terroristico Stato Islamico (IS))
  • Gruppo Maute (collegato al gruppo terroristico Stato Islamico (IS)
  • Fronte Democratico Nazionale (NDF) o Fronte Democratico Nazionale delle Filippine (NDFP) tregua iniziata a Luglio 2016. Pace firmata e guerra terminata a Agosto 2016
    • Partito Comunista delle Filippine (CPP) o Communist Party of the Philippines (CPP) (tregua con il governo dal 20 Dicembre 2012 al 15 Gennaio 2013. Tregua iniziata a Luglio 2016. Guerra terminata a Agosto 2016)
    • Nuovo Esercito Popolare (NEP o NPA) o New People’s Army (NPA) (ala armata del Partito Comunista delle Filippine (CPP) dal 1969) tregua iniziata a Luglio 2016. Guerra terminata a Agosto 2016, guerra ripresa a Febbraio 2017

India 43

Esercito
  • Fronte per la Liberazione del Jammu Kashmir (JKLF) dal 1977
  • Hizbul Mujahideen (HuM) o Hezb-ul Mujahedeen (HuM) o Hizbul Mujaheddin (Hum) dal 1989
  • Maoisti di Orissa dal 2004
  • Maoisti naxaliti del Partito Comunista dell’India (CPI) del Jharkhand dal 1967
  • Partito Comunista d’India (Maoista) dal 2004 dopo la fusione del Partito Comunista dell’India (Marsista–Leninista) Guerra Popolare, chiamato comunemente Gruppo Guerra Popolare e il Centro Comunista Maoista dell’India (CCM)
  • Consiglio Socialista Nazionalista di Nagaland (NSCN) (Khaplang) o Consiglio Nazionale Socialista di Nagaland (NSCN) o Nationalist Socialist Council of Nagaland (NSCN) (firmato accordo di pace con il Governo a Agosto 2015)
  • Consiglio Socialista Nazionalista di Nagaland-Khaplang (NSCN-K) o Consiglio Nazionale Socialista di Nagaland-Khaplang (NSCN-K) o Nationalist Socialist Council of Nagaland-Khaplang (NSCN-K)
  • Comitato per il popolo contro la politica di atrocità
  • Fronte Democratico Nazionale del Bodoland (NDFB) o Fronte Nazionale Democratico del Bodoland (NDFB) o National Democratic Front of Bodoland (NDFB)
  • Fronte Democratico Nazionale del Bodoland (NDFB-RB) (guidato da Ranjan Daimary)
  • Esercito Guerrigliero di Liberazione Popolare (PLGA) o People’s Liberation Guerrilla Army (PLGA)
  • Indian Mujahideen dal 2008
  • Garo National Liberation Army (GNLA)
  • People’s Liberation Front of India (ANI)
  • Al-Badr
  • al-Qaeda nel Subcontinente Indiano o Qaedat al-Jihad nel Subcontinente Indiano (da Settembre 2014, il suo leader è Asim Umar, gruppo sarà attivo in India (Assam, Gujarat, Ahmedabad e Kashmir) e anche in Birmania-Myanmar e Bangladesh)
  • Manipur Peoples Liberation Front (Organizzazione formata da 3 gruppi separatisti)
    • People’s Liberation Army of Manipur (PLA) (gruppo ribelle nello stato di Manipur)
    • United National Liberation Front (UNLF) dal 1964 (gruppo ribelle nello stato di Manipur)
    • People’s Revolutionary Party of Kangleipak (PREPAK) dal 1977 (gruppo ribelle nello stato di Manipur)
  • Fronte di Liberazione Unito dell’Asia Sud Est Occidentale (UNLFW) (Organizzazione formata da 4 gruppi separatisti)
    • Fronte di Liberazione Unito di Assam (ULFA) o United Liberation Front of Asom (ULFA) dal 1979 (aveva firmato il cessate il fuoco con il Governo il 4 Settembre 2011)
    • Organizzazione Liberazione Kamatapur (KLO) o Organizzazione Liberazione Katampur (KLO) (opera nel Bengala Occidentale e Assam e sta combattendo per uno Stato sovrano)
    • Fronte Democratico Nazionale del Bodoland (NDFB-S) (guidato da IK-Songbijit) o Fronte Democratico Nazionale del Bodoland (NDFB) (fazione Songbijit) o Fronte Democratico Nazionale del Boroland (fazione Songbijit) o Fronte Democratico Nazionale del Bodoland (NDFB) (Songbijit) o fazione Songbijit Brahma del Fronte Democratico Nazionale del Bodoland (NDFB-S)
  • Adivashi Peoples Army (APA) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • All Adivashi National Liberation Army (AANLA) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • Santhal Tiger Force (STF) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • Birsa Commando Force (BCF) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • Adivashi Cobra Military of Assam (ACMA) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • Kuki Liberation Organisation (KLO) e la sua ala armata Kuki Liberation Army (KLA) (deposto le armi Gennaio 2011) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • Kuki Revolutionary Army (KRA) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • Hmar People’s Convention (HPC) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • United Kukigam Defence Army (UKDA) (deposto le armi Gennaio 2011)
  • People’s Liberation Front of India (PLFI) fazione separatista maoista del Partito Comunista dell’India (CPI)
  • Fronte Liberazione Nazionale di Tripura (NLFT) dal 1989
  • All Tripura Tiger Force (ATTF) dal 1990
  • Partito Popolare Unito di Kangleipak (UPPK)
  • Fronte Rivoluzionario Naga (NRF)
  • Comitato Tritya Prastuti (TPC) o Comitato Tritiya Prastuti (TPC) ribelli maoisti, fazione separatista maoista del Partito Comunista dell’India (CPI)
  • Consiglio Volontari Nazionale Achik (ANVC)
  • Centro Comunista Rivoluzionario (RCC) gruppo separatista del CPI (Maoista)
  • Comitato di Coordinamento (CorCom)
  • Ogni tanto si segnalano scontri al confine tra esercito indiano e pakistano

Indonesia 5

Esercito
  • Movimento Papua Libera o Free Papua Movement (FPM) o Free Papua Merdeka (OPM) o Organasi Papua Merdeka (OPM)
  • Gruppo islamico Jemaah Islamiyah o Jemaah Islamiah (JI), collegato ad al-Qaeda, dal 1993
  • piccoli gruppi ribelli separatisti ad Aceh
  • FAI Informal Anarchist Federation, Indonesia Section
  • Jemaah Ansharut Daulah (JAD)

Kazakistan 1

Esercito
  • Kazakh Mujahideen (gruppo islamico)

Kyrgyzstan 1

Esercito
  • Hizb ut-Tahrir (gruppo islamico)

Nepal 1

Esercito
  • People’s Liberation Army (PLA), ala armata del Unified Communist Party of Nepal (Maoist) dal 1994 (firmato ceesate il fuoco Gennaio 2012)

Pakistan 26

  • Esercito
  • Towheaded ul Islam (TUL) movimento filo-governativo
  • Lashkar-e-Taiba (Let) o Lashkar-e-Toiba (Let) since 1990
  • Brigata Shohad (forse collegata a Lashkar-e-Taiba (Let))
  • Movimento dei talebani del Pakistan (TTP) o Tehrik-e-Taliban Pakistan (TTP) o Tehrik-i-Taliban Pakistan (TTP) o Tehreek-i-Taliban Pakistan o Tehreek-e-Taliban Pakistan (TTP) o Tehrik-e-taleban Pakistan (TTP) o Pakistani Taliban (cessate il fuoco fino al 10 Aprile 2014)
    • Fazione Janud-e-Hafsa
  • Tehreek-e-Taliban Pakistan (TTP) Sud Waziristan (staccatosi da Tehrik-e-Taliban Pakistan (TTP) il 28 Maggio 2014)
  • Tehrik e Taleban Jamaat ul Ahrar (JuA) o Jamatul Ahrar (JuA) o Jamaat-ul-Ahrar TTP (Tehreek-e-Taliban Pakistan) o Jamaat-ul-Ahrar TTP (Movimento dei Talebani in Pakistan) o Jamaat al-Ahrar/Gruppo Libero (FG) (TTP) (fazione separatista di Tehrik-e-Taliban Pakistan (TTP) o Tehreek-e-Taliban Pakistan fazione Jamaat-ul-Ahrar o Movimento dei Talebani in Pakistan Jamaat-ul-Ahrar o Jumaat-ul-Ahrar (JuA) o Jamaat-ur-Ahrar (JuA) (da Settembre 2014)
  • Esercito Liberazione Belucistan (BLA) o Esercito di Liberazione del Belucistan (BLA) dal 2000
  • Movimento di Shahzain Bugti (separatisti del Belucistan)
  • Esercito Belucistan Unito (EBU) o Esercito Unito del Belucistan (EUB) o United Baloch Army (UBA)
  • Fronte di Liberazione del Belucistan (BLF) o Fronte di Liberazione del Balochistan (BLF)
  • Jaish-e-Mohammed (JeM) o Jaish-e-Mohammad (JeM) o Jaish-e-Muhammad (JeM)
  • Punjab Taliban o Tehrik-e-Taliban Punjab
  • Brigate Abdullah Azzam Shaheed (AASB) collegate ad al-Qaeda
  • Gruppo Haqqani guidato da Jalaluddin Haqqani nel Nord Waziristan collegato ad al-Qaeda dal 2006
  • Jihad Islami
  • 313 Brigade (una unità dell’organizzazione del gruppo militante del Bangladesh chiamata Harkat-ul-Jihad al Islami (HUJI))
  • Lashkar-e-Jhangvi (LiJ) o Lashkar-i-Jhangvi (LiJ) o Lashkar-e Jhangvi Al-Alami (LiJ) o Lashkar e Jhangvi (LeJ) o Lashkar-e-Jhangvi al Alami
  • Jund al-Khilafah o Soldati del Califfato
  • Harkat-ul Mujahideen al-Alami
  • Lashkar-e-Islam (LEI) o Lashkar-e-Islami (LEI) o Lashkar-i-Islam (LEI)
  • Esercito Repubblicano del Belucistan (BRA)
  • Jundullah o Jandullah (gruppo secessionista di Tehreek-i-Taliban Pakistan (TTP) collegato ad al-Qaeda)
  • Partito dei Combattenti della Libertà (scisso da Jamaat-ul-Ahrar (JuA))
  • Scontri tra esercito regolare e ribelli talebani nel (Sud Waziristan dal 2008)
  • Ogni tanto si segnalano scontri al confine tra esercito pakistano ed indiano, la prima guerra risale al 1949

Sri Lanka 3

Esercito
  • Upsurging People’s Force dal 2006
  • People’s Liberation Front
  • Liberazione delle Tigri di Tamil Eelam (LTTE) o Tigri per la liberazione della patria Tamil (LTTE) o Tigri di Liberazione Tamil Eelam (LTTE)

Tajikistan 3

Esercito
  • Movimento Islamico dell’Uzbekistan (IMU) situato in Tajikistan e affiliato ad al-Qaeda (da Ottobre 2014 ha dichiarato il supporto allo Stato Islamico di Iraq e Siria (ISIS))
  • Gruppi armati comandati da Mirzokhouja Ahmadov e Mullo Sayriddin (arresi alle Forze Governative a Ottobre 2010)
  • Movimento Islamico Hizb ut-Tahrir

Thailandia 12 (colpo di Stato dell’esercito il 22 Maggio 2014)

Esercito
  • MARA Patani o Consiglio Consultativo Pattani (gruppo Umbrella formato da 6 gruppi)
    • Pattani United Liberation Organisation (PULO) o Patani United Liberation Organisation (PULO) o Patani Liberation Organisation (PULO) o Organizzazione Liberazione Patani (PULO)(composto da 3 gruppi)
    • Barisan Islam Pembebesan Pattani (BIPP) o Barisan Islam Perberbasan Pattani (BIPP) o Fronte di Liberazione Islamico di Patani o Barisan Islam Pembebasan Patani (BIPP) o Fronte di Liberazione Nazionale di Patani (NLFP)
    • Barisan Revolusi Nasional Melayu Patani (BRN) o Barisan Revolusi Nasional (BRN) o Fronte Rivoluzionario Nazionale (BRN) (Marzo 2013 iniziati colloqui di pace)
    • Gerakan Mujahideen Islami Pattani (GMIP) o Movimento Mujahideen Islamico Pattani (GMIP) o Gerakan Mujahideen Islam Patani (GMIP)
  • Fronte Nazionale Rivoluzionario Coordinato Patani Malay (BRN-C) o Barisan Revolusi Nasional Patani-Melayu-Koordinasi (BRN-Coordinate)
  • BRN-Congresso
  • BRN-Ulama
  • Mujahideen Islamic Pattani Group (BBMP) o United Mujahideen Front of Pattani (BBMP)
  • Pattani Independence Fighters cerca di creare uno Stato chiamato Pattani Darulsalam (Terra Islamica di Pattani)
  • Esercito Liberazione Patani (PLA)
  • Runda Kumpulan Kecil (RKK) dal 2004

Uzbekistan 1

Esercito
  • Uzbekistan’s Islamic Jihad Union (IJU) o Islamic Jihad Group (IJG)

EUROPA:

(9 Stati e 81 tra milizie-guerriglieri, gruppi terroristi-separatisti-anarchici coinvolti)

Punti Caldi: Cecenia (guerra contro i militanti islamici), Daghestan (guerra contro i militanti islamici), Ucraina (Secessione dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk e dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Lugansk), Nagorno-Karabakh (scontri tra esercito Azerbaijan contro esercito Armenia e esercito del Nagorno-Karabakh)

Francia 2

Dal 12 Gennaio 2012 l’esercito francese e l’esercito maliano (con l’aiuto degli eserciti di altri paesi africani) stanno combattendo i gruppi radicali islamici che hanno occupato il nord del Mali.
Esercito
  • Fronte di Liberazione Nazionale Corso (FLNC) o Fronte di Liberazione Naziunale Corsu (FLNC) o Fronte di Liberazione Naziunale Corsu (FLNC) precedentemente divisi in Brigate Rivoluzionarie Corse (BRC)
  • Armata di Liberazione Nazionale Corsa (ALNC) contro la presenza francese nell’isola dal 1976

Georgia

  • Dopo la guerra tra Georgia e Russia/Abkazia/Ossezia del Sud nel 2008, alcune volte sono state segnalate tensioni confine

Grecia 15

Esercito
  • Lotta Rivoluzionaria (Ea)
  • Cospirazione dei nuclei di fuoco
  • Setta dei Rivoluzionari (SR)
  • Tolleranza Zero (Gruppo anarchico)
  • Cospirazione delle cellule di fuoco/Federazione Anarchica Informale (FAI)/ Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)
  • Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)/ Cospirazione delle cellule di fuoco/ Gruppi rivoluzionari per la diffusione del terrore nucleo dei vandali.
  • Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)/ Complicità terrorista guerrieri dell’abisso comando Severino di Giovanni
  • Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)/Condotte devianti per la diffusione del terrorismo rivoluzionario/ Cellula d’azione anarchica
  • Cellula di Solidarietà Rivoluzionaria-Federazione Anarchica Informale (FAI)
  • Fronte Rivoluzionario Anarchico/condotte devianti per la diffusione del terrorismo rivoluzionario/Cellula di attacco riflessivo
  • FAI/Cell of Aggressive Coscience
  • Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)/Cospirazione cellule di fuoco/ Gruppi rivoluzionari per la diffusione del terrore/ Cellula Anormal-Heretics
  • Cooperazione di Organizzazioni Anarchiche” Libertà Selvaggia
  • Fomentatori di Agitazioni Sociali
  • Forze Rivoluzionarie Popolari Combattenti o Squadre Rivoluzionarie Popolari Combattenti o Noi, Potenze Rivoluzionarie Combattenti Popolari (estrema sinistra)

Irlanda del Nord 9

Esercito
  • Ulster Defense Association (UDA) dal 1971 rivendica le sue azioni nell’ Irlanda del Nord sotto il nome di Ulster Freedom Fighters (Protestante)
  • Red Hand Defenders dal 1998 (Protestante)
  • Ulster Young Militants dal 1974 (Protestante)
  • Ulster Resistance dal 1989 (Protestante)
  • Ulster Volunteer Force (UVF) (Protestante)
  • Orange Volunteers dal 1998 (Protestante)
  • Continuity Irish Republican Army (CIRA) o The Continuity IRA dal 1986 (gruppo paramilitare repubblicano)
  • Real Irish Republican Army or Real Ira dal 1997 (Repubblicano)
  • Irish Republican Army (creato da precedenti membri del Provisional IRA) dall’ Aprile 2011

Italia 26

Esercito
  • Federazione Anarchico Informale (FAI)/Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI) (FAI/FRI)
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Cellula Rivoluzionaria Lambros Fountas dal 2003
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Cooperativa Artigiana fuoco e affini (occasionalmente spettacolare)/Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Brigata 20 Luglio/Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Sorelle in armi nucleo Mauricio Morales/ Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Solidarietà Internazionale
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Rivolta Animale
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Nucleo Rivoluzionario Horst Fantazzini
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Cellule contro il Capitale il Carcere i suoi Carcerieri e le sue Celle
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Cellule armate per la solidarietà internazionale
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Rivolta Anonima Terribile (RAT)
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Cellule metropolitane
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Narodnaja Vojla
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/Cellula Olga (forse si riferisce a Olga Ekonomidou, membro del movimento di Cospirazione delle Cellule di Fuoco – Fronte Rivoluzionario Internazionale (FAI-(FRI))
  • Federazione Anarchica Informale (FAI)/gruppo 22 maggio (da Maggio 2012)
  • Il Silvestre (gruppo anarchico ecologista)
  • Gruppi armati patriottici (Gap) dal 2011
  • Nucleo Galesi per i Pac (Proletari Armati per il Comunismo)
  • Movimento Armati Proletari
  • Movimento Fronte Rivoluzionario dal 2011
  • Gruppi Armati Proletari (GAP) (da Maggio 2012, da confermare attendibilità)
  • Brigate Rosse, Brigata Gino Liverani ‘Diegò’ (da Maggio 2012, da confermare attendibilità)
  • Nar Nucleo Armato Rivoluzionario Giuseppe Valerio Il Giusta (Nar) (da Maggio 2012, da confermare attendibilità)
  • Animal Liberation Front
  • Nuove Brigate Rosse – C.A.C. (esistenza non confermata)
  • Nuclei Operativi Armati (NOA) dal 19 Febbraio 2014 (esistenza non confermata)

Nagorno-Karabakh

  • Scontri al confine del Nagorno-Karabakh tra Armenia e Azerbaijan

Russia 16

Esercito
  • Caucasus Mujahideens chiamati anche Mujahideen of Idel Ural (Milizia indipendentista islamica cecena in Cecenia, Inguscezia e Daghestan dal 1991)
  • Movimento separatista islamico Emirato del Caucaso del Nord (Milizia indipendentista islamica cecena in Inguscezia e Daghestan dal 1991)
  • Emirato del Caucaso (Milizia indipendentista islamica cecena in Cecenia)
  • Emirato del Caucaso delle Province Unite di Cabardino, Balcaria e Carachi (CBC) o Commando delle Province Kabarda, Balkaria e Karachai
  • Riyad-us-Saliheen Martyrs’ Brigade (Commando Mujahideen Ingusceto)
  • Far Eastern guerrillas
  • Mujahideen Command of Province of Ingushetia o Mujahideen Command of the Province of Ghalghaycho of the Caucasus Emirate
  • Jamaat Nogai (Battaglione Nogai) gruppo islamico wahabita
  • Gruppo Terroristo Caspian (presente in Daghestan)
  • At-Takfir Wal-Hijra (forse collegato al gruppo egiziano At-Takfir Wal-Hijra)
  • ELF Russia Informal Anarchist Federation (FAI)/International Network of action e solidarity/Fronte Rivoluzionario Internazionale (FRI)
  • Mujahedin del Tatarstan (da verificare l’esistenza)
  • Vilayat Dagestan
  • Anars Al Sunna
  • Imarat Kavkaz (organizzazione terroristica)
  • Wilayat Qawqaz (Provincia del Caucaso) nato da Giugno 2015 e affiliato allo Stato Islamico (IS) formato da diversi gruppi jihadisti di Cecenia, Daghestan, Inguscezia e altre regioni a maggioranza musulmana del Caucaso russo

Spagna 2

Esercito
  • Euskadi Ta Askatasuna (Eta) gruppo separatista nei Paesi Baschi dal 1968 (il 20 Ottobre 2011 ha dichiarato una definitiva cessazione della sua attività armata, completo disarmo fatto l’8 Aprile 2017)
  • Comando Insurrecional Mateo Morral (gruppo anarchico)

Turchia 6

(Scontri tra esercito turco e siriano da Ottobre 2012)
Esercito
  • Ribelli del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) dal 1978 (concluso cessate il fuoco a Febbraio 2011. Nuovo cessate il fuoco dal 21 Marzo 2013)
    • Forze di Difesa Popolare (HPG) o Forze di Difesa del Popolo (HPG) (ala armata del PKK)
  • Falchi per la Libertà del Kurdistan (TAK) o Falchi per la Libertà Curda (TAK) o Kurdistan Freedom Hawks (TAK) dal 2004
  • Partito-Fronte di Liberazione del Popolo Rivoluzionario (DHKP-C) o Partito-Fronte Rivoluzionario di Liberazione del Popolo (DHKP-C) gruppo di estrema sinistra dal 1978
  • Movimento Rivoluzionario dei Popoli Uniti (formato da 10 gruppi armati TKP/ML, PKK, THKP-C/MLSPB, MKP, TKEP-LENİNİST, TİKB, DKP, DEVRÎMCÎ KARARGAH e MLKP da Marzo 2016)
  • Hasm

Ucraina 5

Esercito
  • Ribelli dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk
  • Ribelli dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Lugansk
  • Fronte Popolare Novorossia (esercito degli Stati Federali Europei di Novorossia o Nuova Russia, un nuovo Stato creato dopo un referendum non riconosciuto con l’unione della Repubblica Popolare di Donetsk e della Repubblica Popolare di Lugansk il 24 Maggio 2014)
  • Battaglione della Morte o Unità della morte (circa 300 combattenti ceceni)
  • Esercito Insurrezionale d’Ucraina

MEDIO ORIENTE:

(7 Stati e 257 tra milizie-guerriglieri, gruppi terroristi-separatisti-anarchici coinvolti)

Punti Caldi: Iraq (guerra contro i militanti islamici dello Stato Islamico), Israele (guerra contro i militanti islamici nella Striscia di Gaza), Siria (guerra civile), Yemen (guerra contro e tra i militanti islamici)

Arabia Saudita 3

Esercito
  • Provincia di Najd (ramo saudita dell’ISIS)
  • ribelli al-Houthi dal 2009
  • Movimento Ahrar al-Najran (Forze tribali e attivisti nella regione Najran dell’Arabia Saudita hanno formato una movimento di opposizione militare e politico verso il regime Saudita da Giugno 2015)

Iran 6

Esercito
  • gruppo sunnita Jundallah o Soldiers of God o People’s Resistance Movement of Iran (PRMI) dal 2003
  • Partito per una Vita Libera in Kurdistan (PJAK) o Partiya Jiyana Azad a Kurdistanê (PJAK) o Party of Free Life of Kurdistan o Party for Free Life in Kurdistan (PJAK) dal 2004
  • People’s Mujahedin of Iran (MEK) o Mujahedin-e Khalq (MEK) o Mujahideen-e Khalq (MEK) o Mojahedin-e Khalq Organization (MKO) gruppo islamico di sinistra o People’s Mujahedin Organization of Iran (PMOI) o People’s Mujahideen Organisation of Iran (PMOI) (con sede in Iraq, ma contro la Repubblica Islamica dell’Iran) dal 1965
  • Partito Democratico del Kurdistan Iraniano (PDKI)
  • Jaish al-Adl or Jaish ul-Adl (Esercito della Giustizia) gruppo di insorti sunnita del Belucistan (Pakistan)
    • Brigata Martyr Sheikh Ziaie

Iraq 51

  • Esercito
  • Sahwa a Qaim o milizia Sahwa o Figli dell’Iraq o Consiglio Nazionale per il Risveglio dell’Iraq o Consiglio del Risveglio (milizia pro-governativa)
  • Forza di Mobilitazione Popolare o Forze di Mobilitazione Popolari o Forze di Mobilitazione Popolare o Fronte di Mobilitazione Popolare o Unità Mobilitazione Popolare o Forze di Mobilitazione Nazionale Sunnite o milizia sunnita Hashd al-Watani o al-Hashd al-Sha’bi o Hashd Shaabi o Hashid Shaabi o Hashd al-Shaabi o Hashid al-Shaabi o Hashed al-Shaabi (milizia pro-governativa costituita da gruppi formati da combattenti volontari sciiti delle milizie alleate e da combattenti tribali paramilitari sunniti alleati)
  • Peshmerga o Peshmerge (combattenti curdi) esercito dello Stato Kurdistan all’interno dell’Iraq
  • Partito Democratico del Kurdistan (PDK) o Kurdistan Democracy Party (KDP)
  • Unità di Resistenza di Kirkuk (URK) o Kirkuk Resistance Units (KRU) (combattenti curdi)
  • Unità di Resistenza di Sinjar (YBŞ)
  • Unità di Protezione di Sinjar (YPS)
  • Forze Rojava Peshmerga (affiliato al Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK))
  • Forze di Resistenza Maxmur (Makhmour) o Maxmur (Makhmour) Resistance Forces
  • HPG-YJA STAR (Ala armata del PKK)
  • Iraqi Ketaeb Hezbollah (volontari sciiti)
  • Miliziani della tribù Ezza
  • Cavalieri di Al-Aman
  • Saraya al-Salam (Brigate della Pace) o Saraya al-Salam (Peace Brigades), gruppo formato da musulmani sciiti iracheni
  • Brigate Imam Ali o Battaglioni Imam Ali (milizia leale al clerico sciita radicale Muqtada al-Sadr)
  • Asaib Ahl al-Haq (AAH) o Khazali Network (milizia sciita)
  • Harakat al-Nujaba o Movimento Nujaba di Resistenza Islamica (NMIR) (gruppo scissionista della milizia Asaib Ahl al-Haq)
  • Milizia Popolare di Shargat (gruppo sunnita armato)
  • Al Bu Nimr (milizia tribale sunnita)
  • Forze di Protezione di Nineveh (milizia cristiana alleata con i Peshmerga)
  • Coalizione guidata dagli USA contro il gruppo islamico Stato Islamico (S.I.) supportata (militarmente e non) dai seguenti paesi: Arabia Saudita, Australia, Bahrein, Belgio, Canada, Danimarca, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Giordania, Gran Bretagna, Iraq, Italia, Kuwait, Libano, Olanda, Oman, Qatar, Turchia
  • Stato Islamico (SI) o Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (ISIL o SIIL) o Stato Islamico dell’Iraq e Sham (ISIS o SIIS) o Stato Islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS o SIIS) o Stato Islamico dell’Iraq (ISI o SII) o Stato Islamico in Iraq (ISI o SII) o Stato Islamico dell’Iraq e della Grande Siria (ISIS o SIIS) o Ad Dawla al-Islamiyya/Stato Islamico (IS) o Stato Islamico in Iraq e nel Levante (SIIL) o Stato Islamico in Iraq e al-Sham (ISIS) o Daesh
  • Ba’athisti
  • Wahhabiti
  • Salafisti islamici
  • Esercito Mahdi (milizia sciita) o Milizie Shia o milizia Mahdi o Jaish al-Mahdi (JAM) guidata da Moqtada al-Sadr dal 2003 (attività militari sospese nel 2008)
  • Consiglio dei mujaheddin della Sharia (11 gruppi sunniti)
  • Alliance Ilfh al-Motaiyabin (Alleanza dei profumati)
  • Ansar al-Islam o Jund Al-Islam (Soldati dell’ Islam) (gruppo islamico sunnita curdo) dal 2001
  • Mojahedin-e Khalq Organization gruppo islamico di sinistra o People’s Mujahedin Organization of Iran (PMOI) (con sede in Iraq, ma contro la Repubblica Islamica dell’ Iran) dal 1965
  • Ansar al-Jihad al-Alami (Sostenitori della Jihad Globale)
  • Jaish al-Tariqa al-Nakshabandi o Jaysh Rijal al-Tariq al-Naqshabandi o Esercito degli Uomini dell’Ordine di Naqshbandi o Esercito Naqshbandi (gruppo militante islamico sunnita)
  • Islamic Front for the Iraqi Resistance dal 2004
  • al-Qaeda in Iraq (AQI)
  • Jama’at al-Tawhid wal-Jihad (”Gruppo del Monoteismo e Jihad”) o Tanzim Qaidat al-Jihad fi Bilad al-Rafidayn (QJBR) dal 2004
  • al-Qaeda Kurdish Battalions (AQKB)
  • Stato Meridionale di al-Qaeda
  • Esercito islamico dell’Iraq
  • Brigata Badr (milizia sciita) (ala militare dell’Organizzazione Badr)
  • Brigata Badr o Organizzazione Badr, (milizia sciita) (ala armata del Consiglio Supremo Islamico dell’Iraq (un partito islamico sciita))
  • Jaish al-Muhajireen wal-Ansar
  • Esercito di Orgoglio e Dignità (nella Provincia di Anbar) da Aprile 2013
  • Kata’ib Hizbullah (milizia sciita)
  • Asa’ib Ahl al-Haq (milizia sciita)
  • Fronte per la Jihad e il Cambiamento o Front for Jihad and Change (formato da 8 gruppi)
    • 1920 Revolution Brigades
    • Jaish al-Rashideen
    • Jaish al-Muslimeen
    • Islamic Movement of Iraq’s Mujahideen
    • Jund al-Rahman
    • Saraya al-Dawa wa’l Ribaat
    • Empowerment Brigades
    • Battalions of Muhammed al-Fatih

Israele 47

Esercito
  • Hamas (dal 1987) gruppo politico ed armato
    • Brigate Izz ad-Din al-Qassam (EQB) o Brigate Ezzedeen Al-Qassam (EQB) o Brigate Ezzedine al-Qassam (EQB) o Brigate al-Qassam (ala armata)
    • Esercito Popolare per la Liberazione di Al-Aqsa e della Palestina o Popular Army for the Liberation of Al-Aqsa and of Palestine
  • Jihad Islamico Palestinese (PIJ) o Jihad Islamica Palestinese (dal 1970) gruppo armato
    • Brigate Al-Quds (Jerusalem brigades) (ala armata)
  • Comitati di Resistenza Popolare (PRC) (dal 2000) gruppo armato
    • Brigate Al-Nasser Salah al-Deen Brigades (ala armata)
  • Movimento Al-Ahrar
    • Brigate Al-Ansar (ala armata)
  • Palestine Liberation Organization (PLO) (dal 1964) gruppo armato
    • Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (PFLP) (dal 1967) gruppo armato
    • Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina-Comando Generale (PFLP-GC)
    • Abu Ali Mustapha Brigades (ala armata)
    • Democratic Front for the Liberation of Palestine (DFLP) (dal 1969) partito politico
    • Abu Nidal organization (ANO) o Fatah – the Revolutionary Council (FRC) (da 1974) gruppo armato
    • Palestine Liberation Front (PLF) (da 1977) gruppo armato
    • Arab Liberation Front (ALF) (da 1969) partito politico
    • As-Sa’iqa or Vanguard for the Popular Liberation War (VPLW) (dal 1966) partito politico
    • Palestinian Popular Struggle Front (PPSF) (da 1967) partito politico
    • Palestinian Arab Front (PAF) (dal 1968) fazione minore
    • Fatah o Movimento per la Liberazione Nazionale della Palestina (dal 1960) partito politico
      • Tanzim (dal 2000) fazione armata militante
      • Force 17 (dal 1970) (ora come Guardia Presidenziale Palestinese) gruppo armato
      • Fatah Special Operations Group (Fatah-SOG) or Martyrs of Tel Al Za’atar, Hawari, e Amn Araissi (dal 1970) gruppo armato non più attivo
      • Ahmed Abu Reish Brigade gruppo armato
      • Brigate dei Martiri di al-Aqsa (dal 2000) gruppo armato
      • Al-’Asifah (dal 1964) ala armata
  • Altri gruppi armati:
    • Holy Jihad Brigades (dal 2006) gruppo armato
    • Jamaat Ansar al-Sunna (Gruppo salafita iracheno che ha una fazione armata a Gaza) gruppo armato
    • Ahfad al Sahaba o Ahfad al-Sahaba-Aknaf Bayt al-Maqdis o Nipoti dei Compagni (da Ottobre 2016, gruppo salafita collegato al gruppo Stato Islamico, deve essere verificato)
    • Brigate Al-Tawheed (presente a Gaza)
  • Gruppi armati collegati ad al-Qaeda
    • Esercito dell’Islam (Jaysh al-Islam) o Organizzazione di al-Qaeda in Palestina o Esercito Palestinese dell’Islam o Tawhid Al Jihad o Jihad Brigades operante nella Striscia di Gaza (si è diviso da Al-Nasser Salah al-Deen Brigades) gruppo armato
    • Jund Ansar Allah ( Guerrieri di Allah) (dal 2008) gruppo armato
    • Fatah al-Islam (dal 2006) gruppo armato
    • Jaljalat (dal 2009) operante nella Striscia di Gaza. gruppo armato
    • Leoni dei mujahidin in Palestina (dal 2010) gruppo armato
    • Brigata Mohammed Bin Moslama (gruppo salafita)
    • Abu al-Hareth
    • Jaysh al-Umma o Jaish al-Umma o Jaish al- Ummah or Army of the Nation o Army of the Faithful
    • Masada al Mujahideen
    • Jaish al Mu’minun o Jaish al-Muminun o Army of Believers
    • Jahafil Al-Tawhid Wal-Jihad fi Filastin or Tawhid and Jihad Group in Jerusalem or Tawhid and Jihad or One God and Holy War or The Armies of Monotheism and Jihad in Palestine
    • Consiglio della Shura dei Mujahideen nei Dintorni di Gerusalemme (MSC) o Consiglio della Shura dei Mujahideen (MSC) o Consiglio della Shura dei Mujahedeen (MSC) o Mujahideen Shura Council in the Environs of Jerusalem o Magles Shoura al-Mujahedeen o Magles Shoura al-Mujahadin o Mujahideen Shura Council of Jerusalem (attivo nel Sinai-Egitto e nella Striscia di Gaza) dal 2011
    • Brigate Omar o Brigata Sceicco Omar Hadid o Brigate Sceicco Omar Hadid (gruppo radicale salafita-jihadista supporta gruppo terroristico Stato Islamico)
    • Saraya Ghuraba Filistin (SGF) (sotto unità del gruppo siriano Katibat al-Ghuraba al Turkistan (KGT))

Libano 12

Esercito
  • Gruppo islamico Fatah al-Islam dal 2006
  • Jund al-Sham
  • Osbat al-Ansar o Usbat Al-Ansar (Banda di Sostenitori) dal 1990
  • Brigate di Aisha o Battaglioni di Aisha
  • Brigate Sunnite Libere di Baalbek o Brigate dei Sunniti Liberi di Baalbeck (da Dicembre 2013 da verificare)
  • Hezbollah ala armata dal (1982):
    • Unità Hassan Ali Haidar
    • Brigata Martiri Quneitra o Martiri di Quneytra della Resistenza
  • Brigate Abdullah Azzam o Brigate Abdallah Azzam dal 2009 (legato ad al-Qaeda):
    • cellule Hussein bin Ali
  • Fronte Nusra in Libano
  • Brigate Marwan Hadid

Siria 121

(Guerra civile in corso). (Sporadici scontri tra esercito turco e siriano da Ottobre 2012)
  • Esercito o Esercito Arabo Siriano (SAA)
    • Resistenza Siriana (alawiti, a favore di al-Assad):
      • al-Muqawamah al-Suriyah
      • al-Lijan al-Sha’biyah
      • Hezbollah (combattenti pro-Assad dal Libano)
      • Shabiha (combattenti pro-Assad)
      • Esercito di Difesa Nazionale (milizia)
      • Al-Qeada Al-Aama (milizia)
      • Fatih Al-Intifada
      • Brigate Hezbollah Irachene (HK)
      • Asa’ib Ahl al-Haq (AAH)
      • Harakat Hezbollah al-Nujaba (HHN) o Harakat al-Nujaba (era una costola delle Brigate Hezbollah Irachene (HK))
      • Iran fornisce supporto logistico, operativo con truppe di terra ed aereo, con bombardamenti su posizioni ribelli all’esercito siriano
      • Corea del Nord (ancora da confermare) fornisce aiuto logistico e operativo all’esercito siriano
      • Russia fornisce supporto logistico, operativo con truppe di terra ed aereo, con bombardamenti su posizioni ribelli all’esercito siriano
      • Cuba fornisce supporto logistico, operativo con truppe di terra all’esercito siriano (da Ottobre 2015)
      • Cina fornisce supporto umanitario e di addestramento all’esercito siriano (da Agosto 2016)
  • Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (ISIL o SIIL) o Stato Islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS) o Stato Islamico (SI) o Ad Dawla al-Islamiyya/Stato Islamico (IS) o Stato Islamico dell’Iraq e della Grande Siria (ISIS o ISIL) o Daesh
    • Brigata Al-Khanassaa o Battaglione della Khansa (gruppo composto solo da donne all’interno dello Stato Islamico) ha la funzione di polizia religiosa
  • Coalizione guidata dagli USA contro il gruppo islamico Stato Islamico (S.I.) supportata (militarmente e non) dai seguenti paesi: Arabia Saudita, Australia, Bahrein, Belgio, Canada, Danimarca, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Giordania, Gran Bretagna, Iraq, Italia, Kuwait, Libano, Olanda, Oman, Qatar, Turchia
  • Jabhat Fath al Sham o Jabhat Fateh al-Sham o Fronte per la Liberazione di al Shan o Fronte della Conquista del Levante da Luglio 2016 non più collegato a al-Qaeda (ex Fronte Al-Nusra o Jubhat al Nusra o Jabhat al-Nusra o Fronte della Salvezza o Fronte per la Difesa del Popolo Siriano o Jabhat an-Nusra/Fronte della Vittoria (FV) da Maggio 2012)
  • Hamza Abdualmuttalib (gruppo ribelle jihadista)
  • Khorasan (collegato ad al-Qaeda)
  • Dwekh Nawsha o Votati al Sacrificio (circa 200 volontari cristiani)
  • Brigata dei Martiri di Yarmouk o Brigata al-Yarmouk Shohadaa
  • Figli del Movimento Yarmouk o Movimento dei Figli di Yarmouk
  • Movimento Rivoluzionario in Siria
  • Ansar al Khilafah o Brigata dei Compagni del Califfato Islamico
  • Brigata Tempesta del Nord
  • Liwa Al-Ansar (presente nelle province di Aleppo e Idlib)
  • Harakat Fajr Asham al-Islamiya (gruppo salafita, presente ad Aleppo)
  • Harakat Al-Nour al-Islamiya (presente ad Aleppo)
  • Furqan Brigade (presente a Damascus)
  • Furqan Brigade (Al Quneitra) (ramo di Furqan Brigade, presente nel Golan)
  • 19th Divisione (presente ad Aleppo, collegato ad Ansar Brigade e parte dell’Esercito Siriano Libero)
  • Tajamu Fastaqm Kama Amart (presente ad Aleppo)
  • Ghuraba al-Sham o Ghurabaa al-Sham
  • Al Hijra Ila Allah o al-Hijra ila Allah
  • Reggimento Bara Ben Malek (collegato ad al-Qaeda, da verificare)
  • Jund Al-Aziz
  • Ansar Al-Haq
  • Islamic Action Front (IAF)
  • Partito dell’Unione Democratica (PYD) (costola del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK))
  • Jabhat Al Akrad o Jabhat al-Akrad o Fronte Curdo o Brigata Fronte Curdo
  • Liva Siwar Al Raqqa (combattenti dalla città di Raqqa, alleati ai combattenti curdi)

  • Esercito Al-Sunna
  • Battaglione Al-Sham
  • Unione di Coordinamento Rivoluzionario Siriano nel nord al confine con la Turchia dal 2011
  • Esercito Siriano Libero (FSA o Esl) o Free Syrian Army (FSA) si autodefinisce “al-Farouq brigade of the Free Syrian Army” (FSA) dal 2011 (fa parte dell’alleanza Fronte Levante):
    • Brigate Al Faruq o Brigata Al Farouq o Brigate Farouq (presente ad Homs, Idlib e Aleppo)
    • Brigata Fallujah-Houran
    • Esercito Islam
    • Esercito Ababil
    • Sham Rassoul
  • Fronte Rivoluzionari Siriano o Syrian Revolutionaries Front (alleanza dentro l’Esercito Siriano Libero formata da 15 gruppi armati)
    • Consiglio Militare di Idlib o Idlib Military Council
    • Brigata dei Martiri Siriani o Syrian Martyrs’ Brigade
    • Brigate Ahrar al-Zawia o Ahrar al-Zawia Brigades
    • Brigate Ansar o Ansar Brigades
    • Brigate che Arrivato alla Vittoria o Coming Victory Brigades
    • Settima Divisione o Seventh Division
    • Nona Divisione di Aleppo o Ninth Division of Aleppo
    • Battaglioni Farouq al-Shamal o Farouq al-Shamal Battalions
    • Brigata dei Lupi di Ghab o Wolves Brigade
    • Brigata dei Martiri di Idlib o Idlib Martyrs’ Brigade
    • Brigata Ahrar al-Shamal o Ahrar al-Shamal Brigade
    • Riyad al-Salehin Battaglioni di Damasco o Battalions of Damascus o Riyad al-Salehin Battalions of Damascus
    • Farouq Battaglioni di Hama o Farouq Battalions of Hama
    • Reggimento degli Incarichi Speciali di Damasco o Special Assignments Regiment of Damascus
    • Brigata Ahfad Saladin
  • Fronte di Liberazione Islamico Siriano(SILF)
    • Brigata Amjad Al Islam o Brigata Islam (Brigata Grande Gloria dell’Islam)
  • Esercito dell’Islam (Jaish al-Islam) formata da circa 50 gruppi armati jihadisti
    • Brigata Liwa al-Islam o Brigata Liwaa al-Islam
  • Fronte Islamico o Islamic Front (nuovo gruppo ribelle con circa 45.000 combattenti, da Novembre 2013)
    • Movimento Islamico di Ahrar al-Sham o Ahrar al-Sham o Ahrar Asham o Ahrar Asham o Ahrar Asham o Ahrar ash-Sham o Akhrar ah-Sham (non jihadista, gruppo salafita radicale)
    • Jaysh al-Islam (Esercito dell’Islam) o Jeish al Islam (Esercito dell’Islam)
    • Sukour Al-Sham o Suqour al-Sham o Soqor Al-Sham
    • Brigata Al-Tawhid o Brigata Al-Tawheed o Brigata Liwa al-Tawhid o Brigata Tawhid (non jihadista, presente nella provincia di Aleppo)
    • Liwa Al-Haq o Liwa al-Haqq
    • Ansar al-Sham
    • Fronte Islamico Curdo
    • Jund al-Aqsa
  • Fronte Islamico Siriano o Syrian Islamic Front
    • Harakat Ahrar al-Sham al-Islamiyya
  • Fronte Meridionale (Composto da 50 gruppi ribelli, include 30.000 combattenti, nato a Febbraio 2014)
  • Fronte Shamiyya o Fronte Shamiya o Fronte Shamiah (una coalizione di milizie conservative) da Dicembre 2014 (attivo ad Aleppo)
    • Battaglione Nour Al-Din Al-Zinki o Brigate Noureddin al-Zinki
    • Esercito Mujahedeen o Esercito Mujahideen
  • Aquile del Sud “Soqor Al-Janoob” da Aprile 2015 (attivo a Daraa)
    • Leoni Al-Sunna (Asood Al-Sunna)
    • Esercito Al-Yarmook
    • Gruppo Falojat Horan
    • Gruppo 18 Marzo
  • Forze Democratiche Siriane (SDF) o Esercito Siriano Democratico (SDF) o Jasad o Forze Democratiche della Siria (SDF) (50.000 combattenti) da Ottobre 2015
    • Unità di Protezione Popolare Curde (YPG) o Kurdish Popular Protection Units (YPG) o Forza di Protezione del Popolo (YPG) o Unità di Protezione del Popolo (YPG) o People’s Protection Unit (YPG) o Unità di Protezione del Popolo (YPG) o Unità di Difesa del Popolo (Ypg) (ala armata del Comitato Supremo Curdo)
    • Unità di Protezione delle Donne Curde (YPJ) o Unità di Protezione delle Donne (YPJ)
    • Cristiani Siriaci (un gruppo cristiano assiro)
    • Jaysh al-Thuwwar (Esercito di Ribelli)
    • Arab Burkan al-Furat
    • Forze di Protezione Femminile della Terra tra i Due Fiumi (battaglione composto da donne cristiane) da Agosto 2015
    • Brigate Fursan al-Jazira o Brigate al-Jazira Fursan
    • Briate Sehid Tasleem Jimmo o Brigate Şehîd Tasleem Jimmo Brigade
    • vari gruppi arabi sunniti
  • Movimento Hazm (alleato con il gruppo ribelle Esercito Siriano Libero)
  • Aknaf Beit al-Maqdis (Palestinian faction)
  • Battaglioni Islamici
  • Forze delle Guardie al-Khabour
  • Consiglio Militare Siriano
  • Fronte Rivoluzionari di Raqqa o Brigata Rivoluzionari di Raqqa
  • Brigate Sultan Murad (composta dalla minoranza turkmena)
  • Fronte Levante (alleanza di cui fa parte Esercito Siriano Libero)
  • Faylaq al Sham o Faylaq al-Sham
  • Failaq al-Rahman
  • Suwar Agi Sham
  • Jaysh al-Mujahideen
  • Jaysh Idlib
  • Jabhat al-Shamiyah
  • Tahrir al-Sham (alleanza collegata ad al-Qaeda)
  • Katibat al-Ghuraba al Turkistan (KGT)
  • Consiglio Militare di Manbij
    • Brigata di Liberazione dell’Eufrate o Tehrir-El-Firat
  • Assemblea Militare della Regione di Minbic o Assemblea Militare della Regione di Manbij (formato da 7 gruppi) da Aprile 2016
    • Şems El-Semal
    • Suwar El-Minbic (Rivoluzionari di Minbic)
    • Coalizione dei Reggimenti dell’Eufrate
    • Reggimenti di Cind El-Heramên
    • Reggimenti dei Martiri dell’Eufrate
    • Reggimento El-Qewsî
    • Tirkman El-Minbic (Reggimento dei Turkmeni di Minbic)

Yemen 19

(La Coalizione guidata da Arabia Saudita e con l’aiuto degli Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Qatar, Bahrain, Giordania, Marocco, Sudan, Egitto, Pakistan, Senegal e Malesia da Marzo 2015 sta combattendo contro i ribelli Houthi alleati ed supportati dall’Iran)
  • Esercito
  • Al-Islah (fazione sunnita alleata con il governo)
  • Al-Hashid (fazione sunnita alleata con il governo)
  • Salafi o Salafiti o takfiri (estremisti del gruppo Islamico Sunnita)
  • Comitati di Resistenza Popolare (PRC) o Forze per la Resistenza Popolare (milizia combatte insieme all’esercito)
  • al-Houthi o Houthis o Huthi o Huthis o Ansarullah o Hawthi Ansarullah o ribelli Zaidi (ribelli Shiiti Musulmani) dal 2004
  • Ribelli Shia nel governatorato di Saada nel nord
  • al-Qaeda nella Penisola Arabica (AQAP)
  • Ansar al-Sharia o Partigiani della Legge Islamica o Partigiani della Sharia o Supporters of al-Sharia (collegato con al-Qaeda nella Penisola Arabica (AQAP))
  • Al-Janoob al-Har – the Free South (Movimento Separatista del Sud)
  • Movimento Secessionista del Sud o Southern Secessionist Movement o South Yemen Movement o Southern Separatist Movement o Harak (dal 2007)
  • Esercito Aden-Abyan da Ottobre 2010
  • Joint Meeting Parties (JMPs)
  • Islamic Jihad Group
  • Scontri tra truppe leali (Congresso Generale del Popolo (GPC)) al Presidente Ali Abdullah Saleh contro le truppe che supportano il Generale Ali Mohsen al-Ahmar che ha disertato per allearsi con l’opposizione e contro la confederazione tribale Hashid
  • Tribù alleate di Hadramout (da Gennaio 2014)
  • Sostenitori dello Stato Islamico nella Penisola Araba o Supporters of the Islamic State in the Arabian Peninsula (da Ottobre 2014) collegato allo Stato Islamico e forse collegato anche all’AQAP
  • Provincia di Sana (gruppo affiliato allo Stato Islamico)
  • Consiglio di Transizione del Sud (STC) milizia separatista del sud

AMERICHE:

(6 Stati e 27 tra cartelli della droga, milizie-guerrigliere, gruppi terroristi-separatisti-anarchici coinvolti)

Punti Caldi: Colombia (guerra contro i gruppi ribelli), Messico (guerra contro i gruppi del narcotraffico)

Brasile 1

Army
  • Ansar al-Khilafah Brasile o Ansar al-Khilafah Brazil (affiliato ISIS, da verificare) da Luglio 2016

Cile 2

Esercito
  • Frente Internacional Rivoluzionario/Comando Insurrecional Aracely Romo
  • Comando 8 de dicembre Coordinamento Internacional FAI

Colombia 4

Esercito
  • Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC) dal 1964 (I colloqui di pace con il governo si terranno ad Oslo a Ottobre 2012. Annunciato cessate il fuoco dal 20 Novembre 2012 al 20 Gennaio 2013 e dal 9 Giugno 2014 al 30 Giugno 2014. Cessate il fuoco finale firmato con il governo a Giugno 2016. Dichiarata guerra finita a Agosto 2016.)
  • Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) dal 1964
  • Los Urabeños o Los Urabenos o Gaitanista Forze di Auto-Difesa della Colombia (AGC) gruppo paramilitare dal 2001
  • Movimiento Revolucionario del Pueblo (MRP) or Movimento Rivoluzionario Popolare (MRP) milizia anti-governativa dal 2015

Ecuador 1

Esercito
  • Armed Revolutionary Insurgent Forces of Ecuador

Messico 17

Esercito
  • Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (Ezln), pacifico rivoluzionario, attivo nello Stato del Chiapas dal 1994
  • Cartello di Sinaloa (Cartello della droga messicano)
  • Cartello di Juarez con il suo braccio armato La Linea (Cartello della droga messicano)
  • Cartello di Los Zetas (Cartello della droga messicano)
  • Cartello del Golfo (Cartello della droga messicano)
  • Cartello di Tijuana (Cartello della droga messicano)
  • Cartello di La Familia (Cartello della droga messicano)
  • Cartello di Beltrán-Leyva (Cartello della droga messicano)
  • Celulas Autonomas de Revolucion Inmediata Praxedis G. Guerriero.
  • Federacion Anarquista Informal/Acrata
  • Frente de Liberacion de la Tierra (FLT)/ Red Internacional de accion y solidaridad Grupo Informal Anti-civilizacion
  • Frente de Liberacion de la Tierra (FLT)/ Federacion Anarquista Informal- Red Global
  • Nucleo Insurrecto Sole-Baleno de las Celulas Autonomas de revolucion inmediata Praxedis Guerriero/FAI
  • Comando de Individuos Libres, Peligrosos, Salvajes e Incendiarios por la Peste Negra /FAI/Red Global
  • Ludditas contra la domesticacion de la naturalezza Salvaje/FAI/Red Global
  • Celula Eco Anarquista por el ataque directo/FAI/Red Global
  • Brigada de accion Revolucionaria por la propaganda por el hecho y la accion armada-Simon Radowisky/FAI/ Red Global

Peru 2

Esercito
  • Sendero Luminoso (Partido Comunista del Perú – Sendero Luminoso, PCP-SL) dal 1969
  • Circulo de accion Iconoclasta/FAI

TOTALE:

 

Totale degli Stati coinvolti nelle guerre 67
Totale Milizie-guerriglieri e gruppi terroristi-separatisti-anarchici coinvolti 780

in aggiunta a questi, mettiamoci pure:

Regioni e province autonome che lottano per l’Indipendenza:

 

Africa 8:
Regione o Provincia autonoma che lotta per l’Indipendenza Nazione
Cabinda (Angola)
Ogaden
Oromo
(Etiopia)
Cirenaica (Libia)
Sahara Occidentale (Marocco)
Biafra (Nigeria)
Somaliland (Somalia)
Darfur (Sudan)

 

Asia 21:
Regione o Provincia autonoma che lotta per l’Indipendenza Nazione
Kachin
Karen
Stato Shan Nord
Stato Shan Sud
Stato Chin
New Mon State
Palaung State
United Wa State
(Birmania-Myanmar)
Kashmir
Karen
Orissa
Nagaland
Assam
Bodoland
Tripura
Gorkhaland
(India)
Papua
Aceh
(Indonesia)
Balochistan (Pakistan)
Tamil (Sri Lanka)
Patani Malay Nation (Thailandia)

 

Europa 12:
Regione o Provincia autonoma che lotta per l’Indipendenza Nazione
Nagorno-Karabakh (Azerbaijan)
Corsica (Francia)
Abkhazia
Sud Ossezia
(Georgia)
Repubblica di Illiria (Macedonia-Fyrom)
Trasnistria (Moldavia)
Irlanda del Nord
Scozia
(Regno Unito)
Cecenia (Russia)
Paesi Baschi
Catalogna
(Spagna)
Stati Federali Europei di Novorossia (formata dall’unione dell’Autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk e dell’Autoproclamata Repubblica Popolare di Lugansk (Ucraina)

 

Medio Oriente 2:
Regione o Provincia autonoma che lotta per l’Indipendenza Nazione
Kurdistan (Iran, Iraq, Turchia)
Palestina (Israele)

dati presi da :https://www.guerrenelmondo.it

detto questo direi che non c’è molto da aggiungere….. se non il fatto che dovremmo come paese e popolo un pochino vergognarci e riflettere bene su quanto ha senso scannarsi tra POVERACCI per queste prossime elezioni.

p.s.: aggiungo ulteriori link qui di seguito

https://www.dailybest.it/society/la-classifica-dei-primi-10-produttori-di-armi-del-mondo/

http://www.repubblica.it/cronaca/2017/04/27/news/boom_export_armi_italia-164004779/

http://www.lettera43.it/it/articoli/economia/2017/11/27/export-armi-italia/215981/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...