#Associazione culturale · #convivenza · #cultura · #filosofia · #futuro · #Giornata della memoria · #libero arbitrio · #libertà · #memoria · #multiculturalismo · #pensieri in libertà · #pulizia etnica · #responsabilità · #scrivere · #totalitarismi · accoglienza · confini · consumo del territorio · diritti · diritti civili · diritti dell'uomo · emergenza migranti · human rights · migrante · migranti · mondo · news · solidarietà

e vai col 18 dicembre: dove vai dimmi dove vai… e chi tu sei…

Dopo un post ilare ed irriverente ci sta un qualcosa di serio. Ahimè  molto serio!

Non vi anticipo nulla ma andiamo subito ad aprire la nostra porticina:

source

 

l’oggetto di oggi è:

valigia

o potrebbe essere:

s_4196edc334

o ancora :

VAGONI-MERCI

questo tipo di immagini rimandano sicuramente a ricordi di un oscuro passato… ma non fraintendete questo non è un post sulla memoria storica, semmai potrebbe essere un articolo sulla mancanza di memoria che l’umanità dimostra sempre più di avere.

Potrei concludere già qui, questo scritto, dicendo che oggi è stata la giornata mondiale dei diritti dei migranti…

per poter approfondire l’argomento aggiungo due link:

http://cccd-vademecum.weebly.com/diritti-dei-migranti-e-dei-rifugiati.html#

http://charte-migrants.net/it/carta-mondiale-dei-migranti/

non vorrei adesso creare discussioni sterili ed inutili e quindi taglio la testa al toro dicendo che Kantiere Misto è da sempre un’associazione che promuove i diritti umani al punto da inserirli come principi fondanti del proprio statuto.

Con molte delle nostre attività promuoviamo, l’inclusione, l’integrazione, la convivenza e l’accoglienza. Ci piace un mondo vario e misto sotto molteplici punti di vista. Spero con questa affermazione di tracciare una linea netta in merito al nostro pensiero che non dia possibilità a repliche stupide e provocatorie alle quali non abbiamo intenzione di rispondere. Del resto alla stupidità non serve dar seguito!

Il motivo di questo mio post è la lettura di una notizia inquietante che riporto qui sotto:

https://video.repubblica.it/mondo/confine-usa-messico-bimbi-migranti-identificati-dalla-polizia-con-un-numero-sul-braccio/322673/323295

vi ricorda nulla:

ieri Germaniabambini3.jpg

oggi Messico

l_-bimbi-migranti-marchiati-con-un-numero-sul-braccio-fcyh (1)

molto probabilmente le intenzioni, di chi ha preso la decisione di marchiare questi bambini con un pennarello, non sono in cattiva fede… certo però che la scelta non è delle migliori e non ci ricorda circostanze felici.

Viviamo un periodo storico molto complicato e pericoloso in cui i diritti dell’uomo vengono messi in discussione quotidianamente e in diverse parti del mondo. Quest’ultima parola però dovremmo considerarla sotto altri punti vista e forse questo ci aiuterebbe a vedere le cose in maniera diversa.  Siamo abitanti di un pianeta, uno solo, e molto probabilmente questo mondo sarà l’unico che ci sarà concesso di abitare per ancora parecchio tempo. Lo abbiamo diviso in continenti, federazioni, stati, città e paesi con l’ambizione di suddividerlo, frazionarlo, parcellizzarlo in modo che ognuno abbia il suo posto… Ma nazionalismi, campanilismi  ed egoismi vari contraddicono lo stesso concetto di umanità. Ci riconosciamo lo status di esseri umani. Per il diritto internazionale, nasciamo uguali e lo stesso diritto sancisce la possibilità di vivere, e di migrare:

Articolo 13

  1. Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato.
  2. Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi paese, incluso il proprio, e di ritornare nel proprio paese.

(DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI)

In un mondo che alza barriere e barricate in cui gli stati, anche quelli più democratici si rifugiano nella paura e nella forza, per difendere i propri confini  e i propri cittadini, diventa sempre più difficile parlare di principi di solidarietà e umanità.

Detto questo posso concludere dicendo che è inquietante vedere che non impariamo mai dai nostri errori!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...