cagare · fare · molta · televisione

etik etak, etik etak, etik etak, etik etak e il cervello funziona ancora!

Sperando di aver finalmente ucciso tutti i virus mi appresto di nuovo a scrivere dei post su questo blog………Il mio amico Kleenex (PERCHE’ POI CHIAMARE COSI’ UN FAZZOLETTINO DI CARTA manco fossimo tutti promoter della rispettiva marca di questi) mi guarda dal profondo del cestino (o dovrei dire forse Basket), salutandomi quasi a volermi ricordare che è solo un’arrivederci e non un’addio! In questi Ggg-iorni di Brumestega (per chi non lo sapesse è un modo per chiamare i cosidetti mali di stagione in dialetto) ho avuto modo di riflettere a luuuungo……non troppo a luungo però, o almeno non come avrei voluto…..haimè a causa del mal di testa e della sua stessa pesantezza. Dai che rifletti e che ti ri-ri-rifletti, al punto che anche lo specchio ne aveva avuto abbastanza della mia immagine, ho forse deciso un paio di cosette e quindi, dopo attenta e obbiettiva analisi, sono giunto alla conclusione che da grande non farò il Modello!! Ci voleva poco lo sò… non serve essere un minchionne della tele per capirlo …… nel mio caso è bastato farmi la barba e sistemarmi un pelo i 4 capelli… Oh sia chiaro ,non che ci tenessi in particolar modo a quella professione….piena di sfilate, serate a base di cazzate, soldi e magari un pelo di tcioca (qua di Coca nemmeno la bevanda bevo)! non sono proprio fatto secondo me per una vita da Bello, circondato da gnocca-soldi-riflettori-applausi (spesso inutili visto che l’unico merito dovrebbe andare a madre natura e alla genetica parentale). Accantonato questo mio sogno nel cassetto, tenendo presente che vivo in una casa piena di mensole e priva di sudetti, ho ripreso a soffiarmi il naso e con lui parte del cervello che rimaneva…..attivo! Ho passato quasi intere giornate, quando non dormivo….cioè sempre!! a guardare programmi idioti su elettrodomestici altrettanto idioti, ponendomi domande alle quali non riuscivo a dare risposte, per esempio: non ho ancora capito come regolare il colore sull’oblò della lavatrice, per non parlare dell’immagine che non sta mai ferma…ruot ruot ruot.
Poi d’un tratto un lampo in mezzo al buio mi ha schiarito la mente e finalmente grazie alla piletta del cellulare ero anche in grado di leggere il termometro digitale: 38 e 5 !!!!!!!!!!
CHE COSA?!!!!!!!!! Ma siamo matti, ma stiamo scherzando, UUE’ SI PAZZ?
Di corsa sotto le coperte, via con le pastiglie per la tosse, dagli adosso con la tachipirina, all’attacco con il wick sineks e i “Fumiganti” ( tecnica a molti nota che consiste in tenere la testa sotto un’asciugamano e la faccia rivolta verso una calliera di acqua bollente e bicarbonato). Insomma per concludere, dopo l’ustione di 3 grado causata dalla fonte termale fatta in casa e un buon quantitativo di CA.CA …..allo scopo di smaltire tutta l’intossicazione di farmaci auto-procuratami finalmente ero di nuovo in piedi in preda alle vane manie di Gloria: non preoccupatevi non è nessuno che conoscete, mi piaceva solo l’idea di mettere la maiuscola alla parola. Beh il risultato di tutto questo PO PO’ , e non mi riferisco a quella citata sopra, di giornate di influenze malsane, è stato che l’indigestione di tele-cazzate, riflessioni personali (forse cazzate anch’esse) e letture di FAMIGGHIA CHISTANA (principalmente barzelette e fatti del giorno CAPISTI’ A ME!) hanno avuto sulla mia fragile persona esiti devastanti che andrò di seguito ad elencare: punto primo- ho deciso che la teledipendenza è una brutta malattia. punto secondo- ho deciso che la teledipendenza è una brutta malattia e punto terzo- beh……….che lo scrivo a fare è guale al secondo e quindi al primo, no!?…
Ma il fatto più sconcertante forse di tutta sta storia senza senso è che mi sono trovato ad essere d’accordo su vari punti con il discorso fatto da ………..mmmmm, mmmmmm, scusate non mi ricordo chi, ma c’è l’ho qui sulla punta delle dita….. appena mi viene in mente lo scrivo ….magari sul prossimo post.

Bhe buono no!? Allora che stavo dicendo……. ah si!! L’influenza mi ha veramente influjenzato ( metto la j in mezzo per distinguere le due parole…..non sò se era chiaro che prima parlavo della malattia e poi del …… vabbè chi ha capito ha capito). Insomma per finire : ciao!

PS: Per chi non ha capito questo post vorrei sottolineare che la pagina non sarà sottotitolata alla pagina 777 del televideo e che comunque a chi non dovessero piacere due righe in libertà…. può sempre andare a farselo mettere in quel Post.

PSS o PP SS o SOS PP:
SE SIETE STATI COSI’ BRAVI DA RAGGIUNGERE QUESTO LIVELLO DEL POST
adesso inizia la parte più seria.
In questi giorni di malattia ho veramente avuto modo di riflettere e purtroppo anche di vedere molta televisione: quando hai il cervello in pappa guardare la tele ha anche poteri curativi perchè ti permette di spegnere completamente le funzioni celebrali e funzionare in stand by.
La tv miei cari è veramente un passatempo per dementi, non richiede di essere attivi e partecipi fa tutto lei….. per fortuna ancora non sà cucinare e non fornisce il cibo perchè altrimenti davanti ad essa uno potrebbe passarci veramente la vita.
Puoi fare con lei tutto tranne che pensare, quello non è richiesto, anche perchè fornisce da sola spunti di riflessione, soluzioni e dati.
Uno dei problemi sono proprio i dati. Siamo strafarciti di statistiche da ogni parte, anche lo spazzolino del cesso, sà esattamente quanto più escremento raschia dal fondo del wc rispetto ad uno normale: domanda, UNO NORMALE COSA e sopratutto quanto raschia quello di prima, l’unità di misura cos’è il cmqmerd. ? Ogni deficente in Tv sembra avere il diritto di dire la Sua sulla Tua di vita, ma chi gli dà questo diritto? Forse che il fatto che milioni di persone guardino un programma, del quale sono totalmente vittime e succubi impotenti, permette a qualcuno di decidere cosa è bene o no per noi? In realtà la questione è a monte, anzi al super monte dei consumi. A fare i programmi sono proprio i mercati, gli sponsor, senza i loro soldi non esisterebbe la tv …. si dovrebbe finirla di raccontare che è il canone a tenerla in vita quella è proprio una grande balla. Gli sponsor, gli spazi commerciali, la pubblicità occulta e non ……. questo è tutto quello che tiene in vita i contenuti di quell’elettrodomestico idiota, che non sà nemmeno fare il bucato e scaldarti da mangiare. Una scatola vuota ma piena di una quantità enorme di ………………………… (aggiungete voi la parola che più vi aggrada, ma che finisca in AZZATE o ONZATE). Una cosa per la quale ringrazierò questi giorni di malessere e di avermi dato l’occasione per riposare (in virtù delle tante cose da fare) e di avermi fatto riscoprire un modo sano di intrattenermi, lontano da pollai e pubblicità, tra le fruscianti pagine di un buon libro.
HASTA LA LETTURA SIEMPRE !

Per avere idee rivoluzionarie bisogna prima avere una mente con la quale pensarle!
Alessandro “Spazio” Alemanno

Annunci

Una risposta a "etik etak, etik etak, etik etak, etik etak e il cervello funziona ancora!"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...