#Associazione culturale · #cultura · #democrazia · #energygraffiti · #filosofia morale · #graffiti #riqualificazione #arte #sprayart #scuole #streetart #conegliano #amministrazione #creatività #colore · #lavoro · #libertà · #parkpittoni · #pensieri in libertà · #progettourbanite · #responsabilità · #scrivere · #URBANITE · acu kantiere misto · coerenza · creatività · Kantiere Misto · news

Basta con l’essere ilari e faceti …….altrimenti non ci credete concreti …… E OGGI VAI CON LA CRITICA……..ma costruttiva però!

Eccomi al mio solito post serale……perché siccome la sera il tempo passa poco allora ho deciso che un pò di tempo lo dedicherò a scrivere qualche cosa su questo blog…….e addirittura da sta sera li firmo pure sti post…..chi sà che a qualcuno, vedendomi, venga la voglia di mettere per iscritto qualche pensiero volante e di aggiungersi a me.

Ora nei giorni passati, giusto per scaldarmi le dita ho scritto qualche pensiero in libertà e sottolineo qualche mio pensiero…. giusto per riabituarmi a usare tastiera e cervello insieme!

Ora però questa sera cercherò di essere un pelino più concreto e magari incominciare anche a rendere un pò di utilità a questo servizio….

Con questo post vorrei affrontare le ambiguità di questo nostro bel paese ed i suoi controsensi……Da dove partire direte ……in Italia c’è l’imbarazzo della scelta, ma siccome noi siamo un’Associazione di Promozione Sociale  e quindi facciamo parte di quel mitico ( e a breve lo sarà sul serio) mondo del volontariato che si definisce TERZO SETTORE, ho pensato di scrivere qualcosa che in questo ultimo anno ci ha riguardati un pò tutti.

Vorrei ora sorvolare per un’attimo sulla riforma capestro di questo settore, operata in coda di legislazione dell'”ecceziunale” governo Renzi, riforma tra l’altro che ancora , a distanza di un’anno , non vede concretizzarsi buona parte dei decreti attuativi ………. ma la mia critica per questa sera è rivolta al fantomatico decreto Morcone-Gabrielli, che ha la presunzione di inserire nuove regole e direttive per l’organizzazione di eventi e manifestazioni, in un paese completamente deregolamentato e diversificato come l’Italia.

Partiamo però da un piccolo prologo: chi sono questi signori Gabrielli e Morcone ?https://it.wikipedia.org/wiki/Franco_Gabrielli

https://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Morcone

Volevo mettere qui a fianco le loro due foto ma, non mi và di sprecare spazio, i loro volti li trovate nelle schede wiki che vi ho linkato qui sopra! Da queste schede una cosa che si evince subito è questi due signori, molto sanno di politica e di ordine pubblico e molto poco invece sanno di cosa vuol dire fare volontariato e organizzare con fatica eventi e manifestazioni…. sia piccole che grandi!

L’evento che ha scatenato la solerzia della macchina amministrativa, nel voler fornire direttive a tutta la nazione in termini di safety e security, per l’organizzazione di eventi e manifestazioni è una, ormai celebre in modo negativo, partita di pallone ( manco a dirsi in Italia). Il match in questione è quello della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid del 3 giugno 2017. La cosa più assurda è che le persone coinvolte non stavano nemmeno  allo stadio a vederla ( la partita), ma erano davanti ad un maxi schermo posizionato in Piazza San Carlo a Torino. Importante per capire la dimensione della “tragedia” è conoscere il numero di spettatori presenti in quella piazza: circa 30.000.

Il numero dei feriti in seguito alla vicenda è stato di 1.527 e un morto se non mi sbaglio……. qui una piccola pausa di silenzio ci vuole…… ma va detto che poteva veramente andare molto ma molto peggio!

Causa di tutto….. la PAURA di un’attentato, provocata dallo scoppio di un petardo, lanciato da uno stupido ragazzo tifoso, nel mezzo della piazza durante l’evento.

Ora sarebbe il caso di far notare che fin’ora l’Italia non ha ancora avuto la sfortuna di subire attacchi del nuovo terrorismo islamico e che forse la principale colpa di tutta la faccenda sta nell’aver voluto improvvisare la cosa sbagliata nel posto sbagliato, spinti più dallo spirito di tifoseria che dal buon senso. Ora in un paese come l’Italia, dove nessuno ha responsabilità o non se le vuole prendere ……… magicamente si addita come responsabile lo scemo del villaggio che ha lanciato il petardo e non l’organizzatore poco previdente e non attento alle più  basilari pratiche di buon senso.

Il risultato della stupidità di chi ha organizzato e gestito quel tragico evento è che tutta la nazione nell’ultimo anno ha visto fermarsi la macchina organizzativa degli eventi, sia quelli piccoli che quelli grandi!

Questo è dovuto al fatto che i due signori sopracitati MORCONE e GABRIELLI hanno prodotto una direttiva, che porta i loro nomi, e che ha equiparato eventi da 30.000 persone ad eventi da 200 o meno partecipanti.  Certo volendo leggere attentamente la direttiva si capisce che quelle che vengono prodotte sono delle linee guida alle quali però tutti dovranno d’ora in poi adeguarsi.  Ripeto per chiarire meglio: siamo difronte a  direttive o suggerimenti che senza essere decreti legge vengono applicati alla lettera come se lo fossero! Questo succede perché, come affermavo qualche riga sopra, in questo paese nessuno in ambito amministrativo si prende una responsabilità che sia una anche se serva solo a permettere un torneo di Burraco in Piazza: va sottolineato che la firma e l’avvallo del Sindaco di una città basterebbe a far realizzare in deroga alla direttiva qualsiasi cosa, visto che il primo cittadino è anche primo responsabile dell’ordine pubblico.

Chi organizza eventi medio piccoli, che fino a ieri si doveva già destreggiare con una burocrazia ferruginosa e macchinosa ( tra SUAP, firme digitali e richieste varie), si ritrova oggi anche a dover redigere piani sicurezza, a dover organizzare squadre d’emergenza ( in grado più delle volte solo di chiamare i vigili del fuoco….) e spendere fior di soldi per incaricare ingegneri e tecnici vari con lo scopo di “parare il culo” alle amministrazioni e ai prefetti.   La cosa più divertente, alla fine di tutte le pratiche e delle firme sui moduli è che la responsabilità finale di qualsiasi cosa può accadere in un’evento o in una manifestazione  rimane comunque sempre del rappresentante legale dell’ente organizzatore dello stesso.

Per venire ora ai controsensi citati nel titolo del post mi piacerebbe ora sottoporre ai vostri occhi un modulo che chi organizza eventi viene sollecitato a presentare come AUTOCERTIFICAZIONE  del rischio dell’iniziativa che ci si appresta a realizzare.

Il modulo è questo qui sotto:

attestazione-di-rischio-001attestazione-di-rischio-002

ci tengo a sottolineare che il modulo qui presentato è quello previsto dalla stupida direttiva che suddivide gli eventi in tre categorie di rischio : basso – medio – alto……il rischio nullo o quello altissimo non sono previsti…….ed è un tutto dire ( dimostra che chi ha prodotto questa direttiva non ha mai organizzato niente in vita sua, nemmeno una festa di compleanno tra parenti).

Poco importa comunque la classificazione del rischio, diciamo tra di noi che non la vogliamo considerare importante ….almeno per ora, ma non notate niente di strano nel modulo e nelle cifre? Vi dò un’aiutino?  Facciamo che vorrei farvi notare che gli eventi religiosi e SPORTIVI  sono quelli con il valore di rischio più basso……….. VORREI SOLO RICORDARE CHE IL TERRORISMO ISLAMICO E’ IN GRAN PARTE A CARATTERE RELIGIOSO E CHE L’EVENTO SCATENANTE QUESTA FOLLIA DI DIRETTIVA E’ STATA UNA PARTITA DI CALCIO……NON SO’ SE MI SPIEGO!

Da questo modulo si comprende anche che Gabrielli e Morcone sono uomini DEVOTI e magari anche tifosi …..del Napoli visto che sono più o meno tutti e due di quella zona!

Ora per concludere vi svelo il motivo di questo mio sfogo in questo post……. Oggi, per completare una richiesta di occupazione suolo pubblico di qualche parcheggio, cosa  che semplicemente facciamo da ormai 3-4 anni per dipingere un cavolo di muro sempre occupato da macchine in sosta, mi sono ritrovato a redigere questa stupidaggine di modulo nel quale poi la voce evento culturale nemmeno c’è. Questa mia autocertificazione insulsa e senza senso dovrebbe valutare il rischio generato, non si sà verso chi, provocato dall’attività di “quattro  poveracci” di Writers intenti a dipingere a loro spese e di loro iniziativa un muro del KAISER!: riuscite ora a comprendere il mio sconforto nel vedere come la burocrazia ottusa può uccidere quel poco di buona volontà rimasta…….

Ringraziamo per tutto questo i due gerarchi Morcone e Gabrielli per aver reso questo paese ancora meno libero e sempre più in mano a volta carte…… dirigenti pignoli e senza senso della  misura e della responsabilità.

Vorrei dire per concludere con qualcosa di costruttivo, che per fare le cose bene non servono grandi cervelli o direttive, basterebbe il buon senso e un pò di elasticità mentale per discernere il piccolo rischio dal grande…… inoltre fidarsi in buona fede di una AUTOCERTIFICAZIONE scritta da chi organizza e non avvallata da evidenti prove che l’attestino, dimostra ulteriormente la malafede e la scorretta impostazione dell’intera direttiva……… si insomma è come se i due prefetti fossero concordi nel dire: ” Occhio queste sono le regole che vi “SUGGERIAMO” PER NON AVER PROBLEMI,  in caso vada male qualcosa ( cosa che comunque è falsa, visto che la responsabilità resta comunque di chi organizza) ma se mi garantisci con una tua autocertificazione che farai il bravo…..allora è tutto a posto………NON VI SEMBRA QUESTO UN’ATTEGGIAMENTO DA PARACULI per dei rappresentanti dello stato.? Magari punire in modo esemplare chi ha mal organizzato la serata a Torino quel 3 di giugno del 2017, fornendo in seguito dei suggerimenti a livello nazionale, con l’accortezza di lasciare libero chi amministra di applicarli valutando caso per caso, sarebbe stata una cosa più saggia.

Purtroppo saggezza e politica ultimamente non vanno a passeggio insieme!

Un saluto a tutti dallo SPAZIO e rappresentante legale di sta organizzazione del BISECOLO! Notte a tutti pure a Morcone e a Gabrielli………che ve posssino!

 

PS: metto qui sotto le immagini di due piccole manifestazioni a basso rischio : una religiosa e l’altra sportiva! E dato che ci sono chiudo con un’immagine di una tipica jam di graffiti…… mi raccomando fate caso alla differenza di spettatori.

processione X:

processionemadonnasiponto-2

maratona :

222929423-8a33a0f7-0552-4d29-97fc-c65f8caf81db

jam di graffiti:

writer_620

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...